Home > Ultima ora politica > Revoca blocco diesel euro 4, la Lega: “Merito nostro”. Ma anche Marco Di Maio (Pd) approva

Revoca blocco diesel euro 4, la Lega: “Merito nostro”. Ma anche Marco Di Maio (Pd) approva

La decisione della Regione di revocare il blocco delle auto a diesel di categoria euro 4 ha incassato il plauso di chi aveva criticato il bando delle stesse vetture dalla circolazione nei comuni con più di 30.000 abitanti. In primis la Lega, che è arrivata addirittura a intestarsi il merito del dietrofront.

E’ una vittoria che la Lega porta a casa – ha dichiarato il capogruppo di Lega Nord in Regione Alan Fabbri – anche se in Commissione non sono stati ammessi i nostri emendamenti, di fatto il Pd ha eseguito esattamente quello che avevamo chiesto in via istituzionale. Convincere gli amministratori non è stato facile siamo contenti che la Regione abbia deciso di fare questo passo indietro, che è un passo di buonsenso. Un successo è anche aver mosso in modo massiccio l’opinione pubblica.  Abbiamo dimostrato ancora una volta che la Lega è a fianco dei cittadini e che i cittadini sono con noi“.

Ma a tributare un plauso alla Regione è stato anche il deputato dem forlivese Marco Di Maio:Scelta di buon senso quella di ritirare il blocco per i motori diesel euro 4 e accogliere le istanze avanzate dai sindaci – ha spiegato Di Maio – aggiungendo anche un investimento di cinque milioni di euro dal 2019 che serviranno per incentivi ai privati per cambiare l’auto, che si aggiungeranno a quelli già previsti a livello nazionale. A questo proposito, credo sia importante lavorare per inserire nella prossima legge di bilancio una norma che rafforzi gli incentivi esistenti per sostenere l’impegno dei cittadini, oltre che delle imprese, che hanno necessità o decidono di cambiare auto per acquistare una più ecologicamente più sostenibile”.

In area dem il sindaco di Ravenna Michele De Pascale ha precisato che “non si tratta di un dietrofront ma di un aggiustamento della strada intrapresa per contrastare l’inquinamento. Un aggiustamento fatto per venire incontro ai cittadini”.

Per quanto riguarda il territorio romagnolo il presidente di Confcommercio Rimini Gianni Indino ha espresso tutta la sua soddisfazione. “Siamo particolarmente felici che la Regione Emilia Romagna abbia preso in considerazione le nostre osservazioni e quelle dell’intero mondo Confcommercio regionale in merito alle restrizioni alla circolazione inserite nel Piano Aria – ha dichiarato Indino –  Quella presa adesso dagli amministratori è una decisione di buon senso per l’intero sistema produttivo e commerciale dei nostri territori e una semplificazione delle vita dei cittadini. Come del resto accade già in Regioni molto produttive e a noi vicine come Veneto e Lombardia, finalmente potremo utilizzare le auto diesel Euro4 che, come già abbiamo sottolineato, sono dotate di filtri anti-particolato che riducono al minimo le emissioni nocive. Accogliamo con favore, dunque, questa assunzione di buon senso da parte della Regione e dei Comuni, che hanno anch’essi fatto presente agli organi regionali delle difficoltà in ambito locale. Continueremo ad essere sempre attenti, precisi e puntuali a segnalare situazioni che vanno contro i diritti dei cittadini e di tutto il mondo produttivo”.

Scroll Up