Home > Speciale elezioni e referendum > Riccione: al Marano la prima uscita elettorale di Stefano Caldari

Riccione: al Marano la prima uscita elettorale di Stefano Caldari

Un viaggio attraverso il quartiere di Marano del futuro, tra rigenerazione e innovazione. Questo il contenuto della prima tappa del Generazione Riccione On Tour ieri sera al Ristorante Fattoria del Mare tra i cittadini e Stefano Caldari, assessore al Turismo del comune di Riccione e candidato sindaco civico del centro destra alle prossime amministrative, che è intervenuto di fronte a un vasto pubblico di cittadini e rappresentanti delle associazioni locali.  

La riqualificazione è fondamentale perché non influisce solo sul quartiere interessato, ma ne beneficia l’intera città    ha detto Stefano Caldari durante l’incontro –. Prenderci cura dei quartieri, quindi, è uno dei compiti principali di un’amministrazione comunale, significa prendersi cura delle persone”.

Sono tanti i progetti in cantiere, tra quelli già avviati e quelli allo studio, che riguardano il quartiere Marano, da un nuovo family hotel (Conchiglie) a un nuovo complesso scolastico per trasformare una vecchia colonia in disuso in un luogo vivo e dedicato alla crescita e all’educazione e istruzione, fino al progetto della Reggiana, che ospiterà tra le altre cose anche il centro velico federale, con piscina, palestra e struttura alberghiera,  con eventi e attività durante tutto l’anno.  

Le piste ciclabili sono al centro di un altro intervento importante, con i progetti della ciclabile Marano e Melo già approvati che sono entrati anche nel protocollo con la Provincia che darà il proprio supporto ai comuni dell’entroterra per la realizzazione.

Lo sport è anche al centro del bando aperto per la riqualificazione del centro sportivo con la realizzazione di campi da padel e campi polivalenti, come punto di aggregazione per i giovani e come generatore di nuovo indotto per tutta la città.  

In attesa di interventi più stabili, l’estate vedrà la creazione di un parcheggio all’aperto nell’Area ex Serenella, mentre nell’ Area ceschina i progetti di sviluppo presentati dalla proprietà verranno inseriti nel pug.

Per quanto riguarda il depuratore – ha aggiunto Caldari – siederemo ai tavoli di nuova progettualità romagnola già avviati per porre attenzione sul suo spostamento”.

Tutto questo si andrà ad aggiungere alle opere già realizzate, come la Ciclabile D’Annunzio, la Passeggiata Goethe  e l’intervento di Via Tasso.

Rendere la nostra città più bella, significa offrire un luogo ai nostri figli dove crescere in modo sano e dove vivere tranquilli e poter esercitare le proprie attività turistiche con soddisfazione”, ha concluso Caldari.

Ultimi Articoli

Scroll Up