Home > Ultima ora economia e lavoro > Riccione: alla Plan Green l’efficientamento energetico dei depuratori di Teramo

Riccione: alla Plan Green l’efficientamento energetico dei depuratori di Teramo

Plan Green di Riccione investe 4,5 milioni per 15 anni nella riqualificazione energetica dei depuratori di Ruzzo Reti nella provincia di Teramo.

E’ stata infatti assegnata alla azienda riccionese, promotrice della gara di Project financing per l’efficientamento energetico dei depuratori di Martinsicuro, Teramo Villa Pavone, Giulianova e Pineto, con la formula del Partenariato Pubblico Privato.

 

Con un investimento pari a 4,5 milioni di Euro interamente a carico di PlanGreen 2E, l’azienda romagnola si assumerà il rischio di produrre il risparmio energetico.

Il canone della concessione sarà infatti sempre inferiore al risparmio, e la differenza sarà a beneficio della Ruzzo Reti.

 

Nel progetto, che vede in campo una società come PlanGreen, leader in Italia nell’efficientamento in formula Energy Service Contract, si crea una sinergia tra ingegneria energetica, finanza, e trattamento delle acque, mediante installazioni miste di nuovi macchinari, energie rinnovabili e software in grado di gestire in automatico alcuni processi come insegnano Industria 4.0 e l’Internet of Things.

I vantaggi sono molteplici:

  • minore impatto ambientale;
  • maggiore efficienza sia nel consumo energetico che nella gestione dei depuratori;

– nessun costo manutentivo a carico del Committente;

– abbattimento del rischio di inquinamento grazie ad una gestione informatizzata dei valori chimici dei fluidi trattati;

– risparmio di spesa energetica per il Ruzzo. 

 

La durata della concessione è di 15 anni, a seguito dei quali Ruzzo Reti diventerà proprietario degli impianti, compreso il fotovoltaico che avrà produzione garantita di almeno altri 10 anni.

Altri interventi riguardano nuovi compressori e dispositivi per l’ossigenazione delle vasche, oltre a illuminazione LED e strumenti di innovazione gestionale.

Tra gli investimenti anche 6 nuove centrifughe (energeticamente più efficienti) dedicate all’essiccazione dei fanghi, di cui 1 trasportabile per soddisfare le eventuali esigenze di altri depuratori.

 

E’ un progetto su cui lavoriamo da quasi 3 anni – afferma l’Amministratore Delegato di PlanGreen 2E Paolo Pizzolante – per il quale va ringraziata la competenza e la visione del futuro di tutta la Ruzzo Reti. Progettiamo e investiamo in questo tipo di servizi da 10 anni per grandi multinazionali private, e abbiamo pensato che la formula, applicata alla depurazione, avrebbe creato vantaggi anche per il bene comune. Il tutto senza costi, grazie all’investimento garantito dal Socio di PlanGreen, il Fondo Italiano per l’Efficienza Energetica, e con partner qualificati nell’impiantistica per la depurazione. Grazie a questa sinergia vincono tutti: ambiente, comunità, pubblica amministrazione”.

La modernità, la tecnologia e le nuove formidabili competenze – afferma l’Avv. Alessia Cognitti, Presidente di Ruzzo Reti – ci aiutano a tutelare la salute del cittadino. Sono particolarmente soddisfatta che il nuovo corso di efficientamento impresso alla Ruzzo Reti oggi ci abbia portato al partenariato con la PlanGreen. I nostri depuratori saranno più compatibili, di minore impatto ambientale e a basso consumo energetico: uno sguardo più lungo e diritto verso il nostro territorio, le nostre acque, i nostri mari e ripeto verso la salute dei cittadini”.

 

Il termine dei lavori è previsto per il terzo trimestre del 2021.

Nel complesso, i depuratori ridurranno il loro consumo energetico in media del 25% (pari a 2,5 Giga wattora), e vi sarà in risparmio per l’ambiente di circa mille tonnellate di Co2 l’anno: il “lavoro” di una foresta di 34 mila alberi, con un vantaggio economico per il Ruzzo.

Scroll Up