Home > Ultima ora Attualità > Riccione apre a sviluppatori di app per il pagamento dei parcheggi comunali

Riccione apre a sviluppatori di app per il pagamento dei parcheggi comunali

Il Comune di Riccione ha definito una convenzione a cui potranno aderire gli sviluppatori di “app” per il pagamento dei parcheggi comunali. Le applicazioni maggiormente in uso in Italia, MyCicero e EasyPark danno già la possibilità agli utenti di pagare i parcheggi della città di Riccione, ma alla convenzione approvata dalla Giunta comunale potranno aderire tutte le società che detengono applicazioni per il pagamento dei posteggi in Italia e all’estero.

La convenzione va nell’ottica di dare un servizio completo a cittadini e turisti anche contemplato applicazioni attualmente diffuse, ma scaricabili sui dispositivi mobili. Nel 2019 l’ammontare degli incassi derivanti dalle diverse tipologie di parcheggio risulta considerevole: il totale degli incassi mediante inserimento di monete nei parchimetri è stato lo scorso anno di un milione e 404.700 euro; il totale derivante da pagamenti con bancomat e carte è invece circa il 3 per cento con un volume complessivo di 38 mila 536 euro; quello con abbonamenti ad hoc di 129mila e 570; quello con emissione gratta e sosta di 114 mila e 130 euro; il totale incasso eseguito tramite applicazioni su dispositivi mobili è stato di 19 mila e 659 euro.

L’obiettivo è innalzare la percentuale di incassi con applicazione a circa il 20% ampliando appunto il numero di applicazioni per una comodità dell’utente e senza costi aggiuntivi per il Comune di Riccione.

Scroll Up