Home > Ultima ora sport > Riccione, Asar: “Ci sono le promesse e gli accordi, aspettiamo le autorizzazioni”.

Riccione, Asar: “Ci sono le promesse e gli accordi, aspettiamo le autorizzazioni”.

L’Asar intende far chiarezza sulle vicende del suo impianto sportivo dell’Accademia Calcio sul cui “sono state dette tantissime cose, forse anche troppe”.

Ora il presidente Antonio Culicetto dichiara: “Abbiamo scelto volutamente di parlare per ultimi, abbiamo letto ed ascoltato tutti, chiunque avesse qualcosa da dire, indipendentemente dal torto e dalla ragione. Non ci piacciono molto le chiacchiere, abbiamo abbiamo aspettato di avere un quadro preciso prima di dare notizie ufficiali. Questa breve premessa non può però nascondere il fatto che queste settimane siano state complicate soprattutto perché sentiamo vivo il peso della responsabilità verso i nostri ragazzi e le loro famiglie ed è proprio a loro che rivolgiamo un ringraziamento speciale, per la comprensione, per il sostegno e per il grande senso di appartenenza che, nonostante le giornate “intense”, non abbiamo mai sentito venire meno”.

“Dobbiamo ringraziare anche l’amministrazione comunale, i Ceschina e tutti i legali con i quali abbiamo lavorato incessantemente per raggiungere la migliore soluzione possibile e ragionato del futuro. Ci sono le promesse, ci sono gli accordi aspettiamo le autorizzazioni. Ora presenteremo un progetto concreto che ci consentirà di regolarizzare anche la questione contratto d’affitto e finalmente avere un impianto sportivo all’altezza dei sogni di nostri ragazzi, del quartiere dove ci troviamo ed anche di tutte quelle persone che ci mettono l’anima, ogni giorno!”

Ora la palla passa all’ASAR che sta lavorando al progetto tecnico avallato sia dal Comune che dalla famiglia Ceschina: tutti pronti pronti a firmare un contratto d’affitto.

“Giugno non sarà la fine ma una vera rinascita che, il destino ci ha messo lo zampino, sarà proprio nel 2020 durante il 50esimo anno di attività della società!”, fa notare l’Asar.

Scroll Up