Home > Ultima ora Attualità > Riccione, attivo il piano caldo per gli anziani. Tutte le indicazioni

Riccione, attivo il piano caldo per gli anziani. Tutte le indicazioni

Il Settore Servizi alla Persona– afferma il vice sindaco e assessore alla persona Laura Galli  mette anche quest’anno a disposizione degli uffici preposti per fare fronte a situazioni di disagio che durante l’estate possono colpire le persone più anziane, specie se sole e senza il supporto della famiglia. Per coloro che hanno più di 75 anni è stata tracciata una mappa che viene costantemente aggiornata. In contatto costante con l’Ausl Romagna è sempre attiva una rete di condivisione con i centri sociali, le strutture di accoglienza di anziani ,sia pubbliche che private e con i medici di famiglia per far si che nessuno si trovi a subire malesseri o difficoltà legate alle alte temperature. Far parte di una Comunità significa anche questo. Si tratta di un servizio di rete importante, a cui tengo particolarmente, rivolto ai nostri anziani più a rischio perché soli o a causa dell’età avanzata”.

Ad oggi sono oltre 200 le telefonate effettate a persone ultrasettantacinquenni nel Distretto di Riccione che comprende i Comuni di Riccione, Cattolica, Misano, Coriano e i Comuni della Valconca, considerate fragili, per varie caratteristiche, mappate in un apposito elenco, per verificare la loro situazione rispetto al caldo.

A loro l’amministrazione rivolge una particolare attenzione, in affiancamento alle principali azioni previste dalla Regione, in raccordo con le associazioni di volontariato e no profit tra cui la protezione Civile, la Caritas, gli ospedali e altre associazioni presenti sul territorio in modo da rendere gli interventi sinergici e quindi più efficaci.

L’amministrazione ricorda che sono attivi dei recapiti specifici per chiedere informazioni o richieste di intervento. I contatti sono i seguent

Consigli pratici per limitare il disagio (Ausl Romagna

 

  • Bere molto e spesso (fino a due litri d’acqua al giorno) anche quando non si ha sete.
  • Mangiare molta frutta e verdura; fare pasti leggeri.
  • Vestirsi con abiti leggeri, di colore chiaro, non aderenti, di cotone, lino o comunque fibre naturali.
  • Nelle ore più calde usare tende o chiudere le imposte.
  • Fare bagni o docce con acqua tiepida.
  • Stare il più possibile con altre persone.
  • Passare più tempo possibile in ambienti con aria condizionata.
  • Consultare il proprio medico prima di assumere integratori di sali minerali, se si assumono farmaci in maniera regolare.
  • Pulire i filtri dei condizionatori periodicamente (sono un ricettacolo di polveri e batteri) e regolare la temperatura a 25/27 gradi, e comunque non troppo bassa rispetto a quella esterna.
  • Se si è affetti da diabete o ipertensione o da altre patologie che implicano l’assunzione continua di farmaci, è importante consultare il proprio medico di famiglia per conoscere eventuali reazioni che possono essere provocate dalla combinazione caldo/ farmaco o sole/farmaco.

Cosa non fare

  • Evitare di bere bibite gassate e contenenti zuccheri.
  • Evitare di bere alcolici e caffè.
  • Evitare di consumare cibi troppo caldi.
  • Limitare l’uso del forno e dei fornelli.
  • Evitare, per quanto possibile, di uscire tra le 12 e le 17.
  • Evitare il flusso diretto di ventilatori o condizionatori e le correnti d’aria.
  • Non lasciare mai nessuno, neanche per brevi periodi, in macchine parcheggiate al sole.
  • Ridurre il più possibile l’utilizzo del pannolino per i bambini e degli analoghi presidi per gli anziani.

Infine per avere refrigerio e trascorrere una giornata assieme, ogni settimana,ad esclusione delle giornate più calde, i nonni del Centro Diurno Residenza Pullè, pranzano, passeggiano e trascorrono il loro tempo all’ombra delle alberature del Parco della Resistenza. In collaborazione con il centro di Buon Vicinato “Amici del Parco della Resistenza”, gli anziani seguiti dagli operatori della Residenza Pullè, continueranno a darsi appuntamento, con cadenza settimanale, fino a settembre.

Scroll Up