Home > Ultima ora economia e turismo > Riccione: aumentano le pratiche edilizie e gli oneri di urbanizzazione volano a + 34%

Riccione: aumentano le pratiche edilizie e gli oneri di urbanizzazione volano a + 34%

In crescita il numero delle autorizzazioni edilizie e degli importi degli oneri di urbanizzazione. Sono alcuni dei dati più significativi dell’attività svolta dal Settore Urbanistica, Edilizia Privata – SUE, contraddistinti da specifici indirizzi di riorganizzazione e semplificazione scaturiti dall’impegno preso fin da suo insediamento dall’Amministrazione Comunale. La semplificazione delle procedure costituisce una responsabilità prioritaria, di cui viene data periodicamente conto, al fine di aggiornare con continuità l’attività registrata nel settore edilizio per il cui rilancio l’amministrazione ha messo a disposizione più strumenti, dalla variante al Rue 2016 con agevolazioni per la riqualificazione di alberghi, attività commerciali e privati, fino alle recenti manifestazioni di interesse individuate con avviso pubblico.

 

Nel corso degli anni 2017-2018  le pratiche edilizie complessive sono state 2396, in crescita rispetto alle 2213 pratiche registrate nel biennio 2015-2016.

Un altro elemento rilevante, nell’ambito di una valutazione complessiva, risiede nella tipologia di pratiche edilizie giunte negli uffici comunali che, per consistenza di tipo di interventi incentrati sulle riqualificazioni e per i cambi di destinazione d’uso richiesti, hanno portato ad un secco aumento dell’incasso dovuto ai contributi di costruzione salito da 1.452.000 euro nel 2017 a circa 2.190.000 euro nel 2018, pari ad oltre il 34%.

Si tratta di un risultato che, sia per il numero di pratiche giunte al Sue, che per gli introiti alle casse comunali, è sintomatico degli effetti di stimolo ed impulso sul settore edile prodotti a cascata dalle ultime due varianti urbanistiche al Rue del 2016 e del 2018.

 

Particolarmente significativa anche l’attività dello sportello Sue: gli accessi agli atti per visione ed estrazione copie è passata da 1938 nel biennio 2015-2016 a 2335 nel biennio 2017-2018. Si è trattato di un lavoro particolarmente serrato per dare risposte e sostegno nella consapevolezza dell’importanza di essere vicini al territorio, privati, imprese e tecnici professionisti.

Scroll Up