Home > Ultima ora politica > Riccione. Bonaccini risponde alla deputata-assessora della Lega sul taglio delle rette dei nidi

Riccione. Bonaccini risponde alla deputata-assessora della Lega sul taglio delle rette dei nidi

Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia Romagna risponde alla deputata ed assessore della Lega al Comune di Riccione che critica come “Sovietica” la proposta di tagliare le rette degli asiili nido. La ritiene una proposta impositiva che mina le libertà della famiglia.

“Per la deputata riccionese della Lega Raffaelli sarebbe “sovietico” voler assicurare ai bambini dell’#EmiliaRomagna il diritto di poter accedere al nido, abbattendo le tariffe per le famiglie, visto che anche nella nostra Regione diverse famiglie non riescono a trovare posto o non possono permettersi il costo.

Visto che la deputata Raffaelli, autrice di questo pensiero profondo, è anche assessora a Riccione, immagino rinuncerà alle risorse stanziate dalla nostra Regione per tagliare le rette e spiegherà alle famiglie del suo Comune perché debbono pagare di più. Per noi invece il nido deve diventare un servizio per tutte le famiglie che lo richiedano: dopo la misura straordinaria varata a settembre, col bilancio che stiamo definendo renderemo strutturale la riduzione delle rette (per quelli pubblici e i privati convenzionati) e lavoreremo perché nella prossima legislatura i servizi educativi siano estesi a tutti coloro che lo richiedano e resi gratuiti, come la scuola.

Qualcuno informi anche la deputata-assessora che se l’Emilia-Romagna e’ la regione con la più alta occupazione femminile, ciò è dovuto anche dall’avere la più estesa rete di asili nido nel Paese. Buona domenica!”

Scroll Up