Home > Ultima ora sport > Riccione: ciclismo amatoriale. Assegnati gli oscar di “In Bici”

Riccione: ciclismo amatoriale. Assegnati gli oscar di “In Bici”

In una sala gremita in ogni ordine di posto, si è svolto sabato scorso – al Palazzo del Turismo di Riccione – il tradizionale Gran Galà del gruppo editoriale InBici. Alla presenza di autorevoli personaggi del mondo del ciclismo professionistico, sono stati premiati tutti i vincitori del circuito 2019 ed è stato presentato ufficialmente il calendario dell’edizione 2020 che si snoderà attraverso sette tappe, dalla Gran Fondo Laigueglia del 23 febbraio alla “Leggendaria Charly Gaul” del 12 luglio.

 

A fare gli onori di casa, in rappresentanza dell’amministrazione comunale di Riccione, è stato l’assessore Luigi Santi, che ha rinnovato l’impegno dell’ente pubblico a sostegno del ciclismo amatoriale.

Molto apprezzato l’intervento sulla sicurezza del Presidente di Formula Bici, il prefetto Roberto Sgalla, che ha ripercorso i capisaldi culturali che hanno ispirato il nuovo disciplinare.

 

Mattatori del pomeriggio sono stati però i cronisti di Eurosport, capeggiati dall’incontenibile verve di Riccardo Magrini che, per l’occasione, ha presentato il suo nuovo libro – “Fagianate, scatti e scie” (Rizzoli Editore) – scritto a quattro mani con il collega Luca Gregorio. A loro – ospite a sorpresa – si è unito anche l’ex professionista Wladimir Belli per un siparietto che ha regalato momenti di grande interesse e simpatia. Presente in sala anche il Direttore Corse Rcs Raffaele Babini, mentre il commissario tecnico della nazionale italiana di ciclismo Davide Cassani – impossibilitato ad intervenire per un concomitante viaggio istituzionale – ha inviato dalla Cina il suo personale saluto in un video-messaggio.

Ha destato infine grande curiosità l’intervento del PR & Communication Officer Shimano Marco Cittadini che ha tratteggiato gli scenari futuristici di un mercato che promette grandi novità.

 

Nel corso della cerimonia, come detto, sono stati premiati tutti i vincitori di categoria del circuito 2019. I trionfatori delle classifiche assolute ed i rappresentanti dei team che hanno vinto la graduatoria a squadre hanno ricevuto come riconoscimento anche un viaggio premio nei training camp organizzati da InBici in Spagna e Croazia.

 

Il galà si è concluso con una degustazione di vini Ciù Ciù, il pregiato marchio enologico marchigiano già noto nel mondo del ciclismo amatoriale per la storica partnership con la Gran Fondo di San Benedetto.

Scroll Up