Home > LA LETTERA > Riccione “Comici certi plausi ad accordo Comune-Polisportiva”

Riccione “Comici certi plausi ad accordo Comune-Polisportiva”

Da uomo dello sport, ho seguito con grande attenzione ogni vicenda accaduta nel terremoto amministrativo, finanziario ed istituzionale che ha investito la Polisportiva di Riccione e la Giunta Tosi.

L’accordo raggiunto tra Polisportiva e il dirigente comunale Dott. Cinzia Farinelli incaricata dall’Amm. Tosi, non può che rendermi particolarmente felice.

Tuttavia avendo seguito ogni singolo passaggio della vicenda molte sono le domande e dubbi irrisolti.

Il dirigente dichiara in queste ore: “Il comune ha bloccato il pagamento del contributo semplicemente perché è emerso che nell’atto della stipula della convenzione non fu sottoscritto il piano esecutivo di gestione del project financing e mai presentata la relativa fidejussione di 200 mila euro”.

La Giunta Tosi è in carica dal 2014 e dato che il dirigente è lo stesso da allora, com’è stato possibile che i pagamenti siano stati erogati sino a metà del 2020 e di colpo interrotti?

L’ottemperanza della convenzione ne avrebbe imposto il blocco anni fa. Il dirigente ha avuto una svista durata 6 anni oppure il motivo del blocco dei pagamenti era finalizzato ad altri scopi?

Il 16/01/2021 il sindaco Tosi dichiarava:

“Inesattezze del bilancio della Polisportiva che nulla hanno a che vedere con le minori entrate dovute alla pandemia”,

Il 23/01/2021 sempre il Sindaco: “Il comune sospende il pagamento della convenzione per la mancata nomina dei revisori contabili da parte della Polisportiva, che ne certificassero il bilancio”.

Ma di questa fantomatica mancanza della Polisportiva come mai non se ne parla più?

A giudicare questo passaggio, sembra proprio che il sindaco cercasse di allungare i tempi per indurre la Polisportiva all’asfissia economica. Ma oggi le incongruenze del bilancio della Polisportiva sono sparite?

Il 1/10/ 2021 l’Ass.re allo Sport Stefano Caldari, dichiara: “Credo invece che l’Amministrazione abbia agito per il bene stesso della Polisportiva e delle tante associazioni sportive di Riccione che negli anni hanno contribuito a farla crescere”.

La “regolarità documentali/contabili” non sono piccolezze o dettagli da poco ma la base sulla quale si costruiscono rapporti sani e trasparenti, tra Ente Pubblico Comune di Riccione e tutto il settore privato. Sono la garanzia per i cittadini che i soldi pubblici vengono spesi correttamente come prevedono le convenzioni stipulate.

Così come la Dott.ssa Farinelli anche l’Ass.re Caldari (in carica già dal 2014), ribadisce dicendo che l’Amministrazione avrebbe erogato fondi in maniera non trasparente e corretta per 6 anni. Le carte evidentemente andavano “regolarizzate nel 2014 non nel 2021”. Oppure dietro c’era altro?

In fine leggendo le dichiarazioni a mezzo stampa di alcuni ex membri del CDA della Polisportiva, si evince un’imbarazzante pseudo comicità.  Coloro la cui mira era di sostituire Solfrini cercando di far cadere il Direttivo, oggi plaudono all’ accordo sottoscritto dallo stesso Presidente….

Nel pattinaggio artistico a rotelle in gergo si direbbe un bel “DOPPIO AXEL” per cercare si smarcarsi e pulirsi la coscienza.

Un grazie personale al Pres. Giuseppe Solfrini per la prova di grande etica e forza ed ancora con lui tutti i membri della polisportiva, i dipendenti, i volontari e i consiglieri in carica.

VIVA LO SPORT SENZA LOBBY POLITICHE E PERSONALISTICHE, CHE

FORMI GRANDI ATLETI E GRANDI UOMINI.

Elia Campagna

Ultimi Articoli

Scroll Up