Home > Ultima ora cronaca > Riccione. Condannata banda di nomadi che razziava case e ville

Riccione. Condannata banda di nomadi che razziava case e ville

Avevano fatto una trentina di furti in pochi giorni. In appartamenti o ville isolate tra Cattolica e i Comuni del Pesarese e per un bottino – fra oggetti d’oro e contanti – di diverse migliaia di euro. Erano stati arrestati nel dicembre scorso dopo un lungo inseguimento in una fuga rocambolesca, durata oltre un’ora.

Si trattava di 4 uomini, tra i 24 i i 46 anni, tutti parenti, italiani di etnia Sinti, già conosciuti per scorribande in Romagna, posti sotto indagine dalla procura di Rimini e segnalati dai Carabinieri alle strutture ricettive della zona.

I 4 sono comparsi davanti al giudice del Tribunale di Urbino e sono stati condannati a pene pesanti. Il giudice, senza il riconoscimento delle attenuanti, ha condannato uno dei ladri, con altri precedenti per furto in abitazione, a 5 anni, 9 mesi e 10 giorni e una multa di 2.200 euro; gli altri 3 sinti che erano incensurati, hanno avuto 4 anni e 8 mesi di reclusione e una multa di 2mila euro.

Scroll Up