Home > Ultima ora Attualità > Riccione, debutta l’atollo blu: “Ombrelloni e lettini si trasferiscono in mare”

Riccione, debutta l’atollo blu: “Ombrelloni e lettini si trasferiscono in mare”

Lasciarsi cullare dal movimento del mare, comodamente sdraiati sui lettini da spiaggia e sotto l’ombrellone, magari sorseggiando una fresca centrifuga al melone di stagione. Tutto questo è “l’atollo blu” una piattaforma di tre metri per tre, con due lettini, ombrellone e tavolino, inaugurata questa mattina presso il Club Family Hotel (viale D’Annunzio 132) di Riccione come novità dell’estate balneare di Sotto il Sole di Riccione. A presentare la novità, il sindaco Renata Tosi, l’assessore al Turismo, Stefano Caldari, l’assessore al Demanio, Andrea Dionigi Palazzi e Andrea Falzaresi, imprenditore e titolare della struttura family hotel, classificata prima in Italia e quarta nel mondo nella categoria hotel per famiglie da Tripadvisor (https://www.tripadvisor.it/TravelersChoice-Hotels-cFamily). L’atollo blu è formato da una piattaforma galleggiante, 3×3, (proposta al noleggio ai turisti), ed equiparata per quanto riguarda il posizionamento in mare ad un pattino o moscone. Al mattino si posiziona in acqua e la sera viene ritirata a riva. Con l‘atollo blu oggi è stato anche inaugurato l’atollo dello scivolo, una pedana galleggiante su cui è posizionato uno scivolo per bambini e ragazzi dal quale entrare dolcemente in mare, e messo a disposizione dal Club Family Hotel per i più giovani.

“Abbiamo cercato sul mercato qualcosa che potesse dare all’estate di Riccione una sferzata di novità – ha detto il sindaco di Riccione, Renata Tosi – Andrea Falzaresi si è mostrato un imprenditore lungimirante e sicuramente capace di intercettare le iniziative più significative che mettiamo in campo e oggi siamo orgogliosi di lanciare, da questa struttura meravigliosa per la vacanza della famiglia, la novità dell’estate. Oggi è la prima, ma se guardiamo al futuro credo proprio che potrebbe essere solo l’inizio”.

“E’ anche un modo per soddisfare le esigenze di ombrelloni – interviene l’assessore al Turismo Stefano Caldari – perché potrebbe essere un’idea per offrire un servizio aggiuntivo e di qualità agli ospiti che desiderano allontanarsi un po’ dalla spiaggia ma con tanta comodità”.

“E’ anche un modo per vivere il mare più da vicino – ha aggiunto l’assessore al Demanio Andrea Dionigi Palazzi -, un’alternativa rinfrescante”.

“Si tratta di una novità assoluta nell’offerta balneare italiana – ha spiegato Andrea FalzaresiO“.

Scroll Up