Home > Ultima ora Attualità > Riccione, ecco come sarà la riqualificazione di corso F.lli Cervi e Zona Pavese

Riccione, ecco come sarà la riqualificazione di corso F.lli Cervi e Zona Pavese

Si è svolto ieri sera, venerdì 31 gennaio, alle 20.30, alla Sala del Consiglio Comunale di Riccione, la presentazione del progetto di manutenzione straordinaria di prossima realizzazione di “Riqualificazione di Corso Fratelli Cervi e Zona Paese”. Presenti, il sindaco Renata Tosi, l’assessore ai Lavori Pubblici, Lea Ermeti, i geometri Giancarlo Mancini e Sara Innocenti e i tecnici di Geat che hanno seguito la programmazione dell’intervento. Il progetto prevede importanti interventi in piazza dell’Unità, piazzale Amendola prospiciente la Biblioteca e numerosi viali tra cui: viale Diaz, via Panoramica, via La Marmora, via Amendola, via Sciesa, via Arimondi, via Saffi, via Galliano, via Nullo, via Frascati, corso F. Cervi tra viale Ceccarini e SS16.

In particolare: lavori di sistemazione di materiali lapidei, nuove fioriere, panchine, impianto di illuminazione e di filodiffusione, sistemazione di dissuasori pedonali. Per quanto riguarda i lavori in piazza dell’Unità, questi che si andranno ad affrontare sono necessari e urgenti, ma l’Amministrazione comunale punta alla riqualificazione urbana di tutta l’area di Riccione Paese come previsto dal progetto complessivo del masterplan che è già stato affidato all’architetto Massimo Bottini. La rigenerazione del quartiere, necessaria ed opportuna, è infatti solo la base per poi poter riqualificare compiutamente l’area e per inserire nel circuito turistico della città la zona Paese che avverrà con la discussione e l’approvazione del masterplan.

Intanto ieri sera si è illustrato il lavoro che andrà fatto in corso F. Cervi, con la sistemazione di materiali lapidei e la sostituzione dei vecchi arredi usurati con nuove panchine integrate di filodiffusione, le transenne di protezione pedonali e le panchine con fioriere. L’impianto elettrico sarà potenziato per gli eventi. Il colore scelto per questi nuovi arredi è il corten. I marciapiedi di viale Diaz, gli asfalti e le fogne di piazza dell’Unità, piazzale Amendola e la viabilità limitrofa. Come per il quartiere del Centro Studi presentato martedì 28 gennaio, anche Riccione Paese sarà un quartiere a misura di pedoni e transito di biciclette per cui i limiti di velocità saranno quelli dei 30 km orari. Particolare attenzione anche alla sicurezza con la predisposizione di telecamere e pilomat.

I costi dei lavori sono stati definiti in 900 mila euro.

Dichiarazione dell’assessore ai Lavori Pubblici, Lea Ermeti: “Il 2020 è l’anno della riqualificazione dei quartieri. Dopo la presentazione del quartiere del Centro Studi, quello presentato ieri sera per Riccione Paese, un intervento di manutenzione straordinaria, sarà solo il preludio a quanto verrà fatto per migliorare ciò che rappresenta il cuore storico della nostra città. La partecipazione ieri sera è stata molto sentita dai cittadini intervenuti numerosi segno questo della grande attenzione sulle opere di prossima realizzazione. Il masterplan del Paese, è un progetto di rigenerazione urbana che ha lo scopo e l’ambizione di ricucire il centro storico al resto del territorio e alla zona mare, dando luce e risalto al paese storico, collegandolo cosi al resto della città anche quella turistica”

Ultimi Articoli

Scroll Up