Home > Ultima ora politica > Riccione, festa per il 60esimo. Per la presidente del comitato genitori grave avere escluso la provincia

Riccione, festa per il 60esimo. Per la presidente del comitato genitori grave avere escluso la provincia

Con una lettera aperta inviata ai genitori dell’istituto Savioli il Presidente del Comitato Genitori e del CDI, Alessandra Marinozzi,  prende posizione sulla gestione del 60esimo anniversario dell’alberghiero.

“NON sono stata interpellata dalla stampa. Chi ha parlato con la stampa lo ha fatto a titolo personale e senza concordare un comunicato unitario.

Per questo sto valutando seriamente di lasciare la Presidenza del Comitato appena assunta perché questo modo di fare non è accettabile: il COMITATO è da me rappresentato, e se e quando il Comitato si vorrà esprimere pubblicamente lo farà dopo essersi riunito ed aver sentito le parti e redatto verbale. Non sulla base delle chiacchiere o di telefonate.

Noi non facciamo politica e non agiamo per spostare l’attenzione su temi che non ci competono, noi siamo genitori e ci occupiamo solo della scuola, per collaborare ed esserci.

Detto questo che riguarda però il comportamento nei ruoli devo personalmente dire la mia:

è vero che alcuni genitori, pochi però con me personalmente l’hanno fatto, hanno espresso il fastidio per la presenza dell’Associazione Culturale Insieme per Riccione nell’Organizzazione della festa di domani al Savioli, perché questa presenza, secondo molti, darebbe alla Festa ed alla Scuola una connotazione politica.

Certo che il Comitato non sia stato coinvolto nell’organizzazione, io personalmente ho ricevuto l’invito a cose fatte, intendendo che organizzazione e luogo erano già stati definiti anche con la scuola.

Sinceramente, ragionandoci su dopo un primo momento di agitazione per questa uscita in solitaria, senza un accordo, senza rispetto per ruolo e responsabilità, la mia conclusione è questa:

il problema di fondo non penso sia la presenza dell’associazione culturale quanto il fatto che il presidente della Provincia , o altri rappresentanti per la stessa, non abbia ricevuto invito ad una celebrazione di una scuola di sua competenza, e qui sono in accordo con il fatto che si parli di incidente istituzionale.

Questa mancanza non è riconducibile alla Scuola e men che meno al Comitato che viene tirato dentro senza motivo.

Il rispetto che io chiedo per il Comitato, lo chiedo anche per le Istituzioni che ci rappresentano, così come per il Comune di Riccione anche per la Provincia che dovrebbero collaborare e dialogare per fare bene alla Scuola e di conseguenza a noi.”

Scroll Up