Home > Ultima ora cronaca > Riccione: compra auto con assegno “cabrio”, intercettato dal vigile elettronico

Riccione: compra auto con assegno “cabrio”, intercettato dal vigile elettronico

Grazie al sistema di video- sorveglianza, attivo sui principali varchi della città e all’occhio  degli agenti della polizia locale di Riccione, è stata restituita al legittimo proprietario una Mini ClubMan, oggetto di truffa e insolvenza fraudolenta. L’indagine parte quando a maggio di quest’anno, la vettura passa attraverso uno dei varchi video -sorvegliati.

Sul terminale della centrale operativa della polizia locale di Riccione scatta immediatamente l’allert che segnala all’operatore che quella particolare targa e automobile sono oggetto di una denuncia presentata alla polizia di Stato di Milano dal proprietario della vettura appunto per i reati di truffa e insolvenza fraudolenta. Con un attento monitoraggio e una continua verifica sui transiti, gli agenti della polizia locale di Riccione il 7 settembre scorso riescono ad intercettare l’auto e a fermare l’uomo alla sua guida. Si tratta di un 50enne originario di Novara denunciato per aver pagato la Mini ClubMan con un assegno scoperto, in gergo detto “cabrio”.

Condotta a cui non sarebbe nuovo visto alcuni episodi nel suo passato estremamente simili a quelli denunciati a Milano. La Polizia Locale di Riccione quindi dopo aver fermato la vettura oggetto di truffa subito dopo il passaggio di un varco ha identificato il 50enne denunciandolo per appropriazione indebita e procedendo al sequestro della vettura. La Mini è stata quindi restituita oggi al legittimo proprietario.

Ultimi Articoli

Scroll Up