Home > Ultima ora cronaca > Riccione, intensi controlli nel week-end: 10 denunce per spaccio e possesso di armi

Riccione, intensi controlli nel week-end: 10 denunce per spaccio e possesso di armi

Week-end di intenso lavoro per i Carabinieri della Compagnia di Riccione, impegnati in un servizio straordinario di controllo del territorio, finalizzato al presidio della circolazione stradale e alla prevenzione e repressione dei reati di spaccio di sostanze stupefacenti, che ha portato al controllo di 73 veicoli, 96 persone e 10 denunce tra cui un minore.

Sono state registrate alcune segnalazioni di assembramenti all’esterno di un paio di locali del centro, ma non sono state fatte sanzioni poiché all’arrivo degli equipaggi, i titolari degli esercizi avevano provveduto in autonomia a ripristinare le adeguate condizioni di sicurezza e distanziamento.
Meno bene sul versante della sicurezza stradale: 4 automobilisti sono stati infatti controllati e sottoposti ad alcoltest, venendo conseguentemente denunciati per guida in stato di ebrezza. Nei loro confronti è stata applicata anche la sanzione del ritiro di patente.

Inoltre i controlli hanno dato esito ad altre denunce.

B. M., riccionese pregiudicato, classe 1989, è stato sorpreso dai militari della Sezione Radiomobile lungo viale Abruzzi, alla guida di una bicicletta poi risultata oggetto di furto, con in mano un martello e grimaldelli verosimilmente utilizzati per forzare il lucchetto con la quale la bici era legata. Pertanto, è stato denunciato per furto aggravato e porto abusivo di arnesi atti allo scasso.

Z.E.K., marocchino classe 1988, residente a Gemmano, pregiudicato, è stato denunciato per il reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti poiché sorpreso dai carabinieri di Misano Adriatico, in possesso di gr. 0,90 di cocaina ed un bilancino di precisione.

Per lo stesso reato sono stati denunciati: A.F.J.D., originario della Repubblica Domenicana, classe 1985, pregiudicato sorpreso, a bordo della propria autovettura, in possesso di gr. 2,75 di cocaina suddivisi in 5 dosi pronte per lo spaccio; E.A.N., marocchino classe 2001, residente a Misano Adriatico, pregiudicato, sorpreso – in compagnia di altri giovani – in possesso di gr. 12,20 di hashish.

Ancora, a Riccione, M.D.S.R., 17 enne, brasiliano, è stato denunciato per porto abusivo di strumenti pericolosi poiché sorpreso dai carabinieri della Stazione di Riccione in piazzale Fleming in possesso di un coltello serramanico della lunghezza di 15 cm. Come lui, anche F.G., bolognese classe ’72, è stato denunciato dai Carabinieri di Montescudo perché sorpreso, a bordo della propria autovettura, in possesso di un manganello telescopico avente una lunghezza di 52 cm.

Infine, i Carabinieri della Tenenza di Cattolica, hanno dato esecuzione a un provvedimento di aggravamento di misura cautelare nei confronti di L.E., pregiudicato albanese, residente a Rimini, ristretto agli arresti domiciliari e condotto, nel pomeriggio di ieri, presso la casa circondariale di Rimini. Il provvedimento, emesso nei suoi confronti dal Tribunale di Rimini, è il risultato delle recenti segnalazioni avanzate dalla Tenenza di Cattolica, relative alle inottemperanze alla prescrizioni imposte dall’Autorità Giudiziaria. L.E. era stato arrestato dagli uomini dell’Arma della Regina lo scorso 08 maggio per il reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Scroll Up