Home > Ultima ora cronaca > Riccione: intenso week end per i Carabinieri. Sei arresti e due fermi per guida in stato di ebrezza

Riccione: intenso week end per i Carabinieri. Sei arresti e due fermi per guida in stato di ebrezza

Nel weekend appena concluso, nell’ambito dei controlli straordinari finalizzati al contrasto della microcriminalità connessa al fenomeno delle baby gang ed alla prevenzione dei reati in genere, i Carabinieri di Riccione hanno presidiato in forze i principali centri della riviera a sud di Rimini.

Un lavoro coordinato svolto tra le forze in campo – composte oltreché dai militari di Riccione, dal personale del Reparto Operativo del Nucleo Investigativo di Rimini e dai militari delle Squadre di Intervento Operativo “Emilia Romagna” – che ha consentito in soli due giorni di deferire alla giustizia ben 6 soggetti, tratti in arresto ed indagati con l’accusa di rapina aggravata in concorso di collane in oro e telefonino cellulare.

Inoltre, sono state ben 16 le persone denunciate a vario titolo ed in particolare:

a Cattolica, i carabinieri della Regina hanno deferito 2 minori rispettivamente per tentato furto e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente; a Riccione, i carabinieri della locale Stazione hanno bloccato un uomo, italiano, con precedenti, impossessatosi furtivamente poco prima di alcune confezioni di carne da un supermercato della Perla; inoltre hanno sorpreso 7 persone, tutte residenti nella zona, mentre, dopo aver avuto accesso all’interno di un’azienda edile del luogo, a bordo delle rispettive autovetture e dopo aver forzato il lucchetto della pistola erogatrice, si rifornivano di carburante dal distributore.  

Sempre a Riccione, in Piazzale Roma, i militari hanno sorpreso e denunciato per porto di oggetti atti ad offendere, due neo maggiorenni stranieri con indosso occultati, nei pantaloni e nei calzini, un coltello a serramanico della lunghezza di cm 18, un bisturi con lama di 5 cm ed uno spray al peperoncino, sottoposti a sequestro; un maggiorenne marchigiano alla guida di un ciclomotore risultato rubato agli inizi di luglio e per questo hanno proceduto nei suoi confronti per il reato di ricettazione e nei confronti di un maggiorenne del luogo per il reato di resistenza a P.U., in quanto, presso un esercizio pubblico di via D’Annunzio, in evidente stato di ubriachezza stava infastidendo i clienti e, alla vista dei Carabinieri, al fine impedire la propria identificazione, assumeva un atteggiamento aggressivo oltraggiando ripetutamente i militari, che dopo una lunga trattativa lo hanno ricondotto alla calma.

Due  utenti della strada sono stati deferiti per guida in stato di ebrezza poiché risultati positivi alla prova etilometrica, con conseguente ritiro della patente di guida. 

Ultimi Articoli

Scroll Up