Home > Ultima ora cronaca > Riccione, la denuncia di una giovane turista: “Stuprata e rapinata in spiaggia”. Indagini in corso della Polizia

Riccione, la denuncia di una giovane turista: “Stuprata e rapinata in spiaggia”. Indagini in corso della Polizia

La Polizia di Stato sta indagando su un presunto caso di stupro che sarebbe avvenuto nella notte tra domenica e lunedì sulla spiaggia di Riccione, tra i bagni 64 e 66, poco lontano da Viale Ceccarini. A denunciarlo è stata una giovane canaedese di 22 anni, arrivata in Riviera per seguire un corso. La ragazza si è presentata seminuda e in stato di ebbrezza all’ospedale di Rimini verso le cinque del mattino raccontando di essere stata stuprata e rapinata da un nord africano. Su segnalazione del Pronto Soccorso sul posto si sono presentati gli agenti della Polizia di Stato che hanno raccolto la testimonianza della giovane facendo partire immediatamente le indagini.

Sul posto che la giovane ha indicato come la scena del crimine si sono concentrati i rilievi della Polizia Scientifica. Qui le divise hanno rinvenuto portafogli e vestiti appartenenti alla turista canadese. Dagli accertamenti è emerso che la ragazza era  sotto effetto di stupefacenti e in preda ai fumi dell’alcool. In più i medici non hanno riscontrato segni di violenza sul suo corpo. 

Le telecamere di videosorveglianza l’avevano inoltre immortalata mentre passeggiava mano nella mano con il ragazzo che avrebbe poi denunciato prima di appartarsi. 

Scroll Up