Home > Primo piano > Riccione. L’adunata degli Alpini e il Triathlon il 10 maggio 2020. Il sindaco Tosi intervenga per evitare il caos

Riccione. L’adunata degli Alpini e il Triathlon il 10 maggio 2020. Il sindaco Tosi intervenga per evitare il caos

In questo periodo abbiamo avuto occasione di parlare di turismo. Aspetto ancora caldo, nel dibattito cittadino,  che sicuramente riprenderemo nelle prossime settimane. Oggi parliamo del raduno Nazionale degli Alpini che si svolge a Rimini dall’8 al 10 maggio 2020.  Un qualsiasi amministratore di una città conosce l’impatto di una iniziativa come questa. Si parte da 500mila presenze per raggiungere punte che possono arrivare ad un milione. Dipende dagli anni e dalla location. L’adunata del 2020 a Rimini tende alle presenze massime. Per due buone ragioni.

L’Adunata Nazionale si terrà a 100 anni esatti dal primo raduno spontaneo tenutosi nel 1920 sul monte Ortigara. Pertanto facile pensare anche ad una ricorrenza storica particolare. In secondo luogo perché avviene in una località inusuale per gli Alpini ma che concede enormi possibilità di accoglienza.

Sta di fatto che gli alberghi, campeggi, case vacanze sono già ora, in buona parte prenotati da Cattolica a Cesenatico. Anche i ristoranti hanno già prenotazioni di gruppi.

Una macchina organizzativa imponente, che vede l’utilizzo della  Caserma Giulio Cesare di Rimini come sala operativa, l’utilizzo di altri spazi liberi per nuovi aree tenda attrezzate con cucine da campo. Un evento che per dimensioni si collocherà al primo posto per partecipazione alle iniziative degli ultimi anni.

Ebbene cosa c’entra in tutto questo Riccione? Purtroppo c’entra, ed anche questa volta, se le nostre informazioni sono corrette, nel segno della mancata collaborazione con l’amministrazione Comunale di Rimini e non solo.

Infatti il 10 maggio 2020 si svolge a Riccione il Challenge di Triathlon. L’edizione 2019 aveva creato non poche polemiche per le difficoltà di circolazione durante il sabato ed in particolare nella giornata della domenica. Riassumendo il 10 maggio vi sarà in contemporanea un raduno degli alpini con qualche centinaia di migliaia di persone e il triathlon a Riccione con le inevitabili chiusure delle strade.

Il problema è stato subito valutato e proposto una soluzione. Anticipare la data del Triathlon (la data degli Alpini è stata stabilita ben più di anno fa). Soluzione percorribile  da parte degli organizzatori (queste le nostre informazioni) ma che hanno incontrato il rifiuto da parte dell’amministrazione comunale. Per quale ragione? Una botta di gelosia perché chi organizza è Rimini? Una sottovalutazione dell’impatto delle due iniziative? In ogni caso occorre trovare una soluzione. La Riviera non può dare in tilt per incapacità di risolvere una concomitanza di calendario degli eventi. Non lo merita Riccione, non la meritano gli imprenditori turistici ed i cittadini. Il 10 maggio 2020 per la riviera è una grande vetrina di festa nazionale non trasformiamola in un problema.

L’arciunes

Scroll Up