Home > Ultima ora Attualità > Riccione, l’assessore Ermeti: “Sul Marano ben vengano le sollecitazioni ma senza allarmismi”

Riccione, l’assessore Ermeti: “Sul Marano ben vengano le sollecitazioni ma senza allarmismi”

La dichiarazione dell’assessore all’ambiente del Comune di Riccione Lea Ermeti in merito ai dati diffusi da Goletta verde sulla situazione dell’inquinamento del Marano:

In merito ai dati raccolti da Goletta Verde di Legambiente nel corso di un monitoraggio effettuato il 29 e 30 luglio scorsi che riferiscono delle analisi effettuate alla foce del torrente Marano è doverosa una chiarificazione.

“L’Amministrazione comunale di Riccione condivide le finalità della campagna condotta da Legambiente, attraverso Goletta Verde, volta a sensibilizzare cittadini e amministrazioni sui “problemi della costa dell’Emilia-Romagna” e coglie l’occasione per informare su quanto sta facendo.

Sottolineo che le analisi ufficiali eseguite da Arpae, confermate e vagliate dall’Ausl, svolte in conformità alla normativa nazionale vigente, evidenziano un ottimo stato di salute delle acque di balneazione, compresa l’area Marano. Il 25 luglio, solo 4 giorni prima dei prelievi effettuati da Goletta, il bollettino per i campionamenti effettuati e analizzati dagli organi preposti, Arpae e Ausl, ha dato un esito ottimo in quanto i valori riscontrati sono stati quasi 5 volte sotto i limiti della legge nazionale.

Per questa stagione estiva solo sul Marano sono stati programmati 10 cicli di analisi, il doppio rispetto gli specchi acquei di Riccione, per monitorare con elevata frequenza le condizioni delle acque. In settimana, come da calendario, è previsto un controllo e, vorrei sottolineare che, nonostante questa sia stata l’estate più piovosa degli ultimi 12 anni, non abbiamo riscontrato problematiche particolari, ad eccezione di una giornata segnata da ‘bombe d’acqua, rientrata e subito risolta con il campione sostitutivo.

I tecnici comunali dell’assessorato all’ambiente sono impegnati in un intenso lavoro, in collaborazione con Hera, di controllo delle vasche di prima pioggia e della vasca di laminazione che, con una capienza di 5000 metri cubi, permette una migliore gestione dei flussi in entrata, evitando il ricorso al by-pass sul torrente Marano, presente in testa al depuratore, che quest’anno  non  è stato mai attivato, neppure durante le intense piogge.

Un’attenta gestione dell’impianto di depurazione ha evitato lo sversamento di reflui non trattati nel torrente Marano, neppure durante le piogge.

Tecnici comunali insieme a personale Hera conducono frequenti controlli agli sfioratori di rete e alle centrali di sollevamento.

Per quanto riguarda il torrente Marano quest’anno abbiamo effettuato interventi pulizia della foce lato sud, la rimozione di ogni ostacolo lungo il corso, risagomata la foce lato nord del fronte, realizzato un intervento di ingegneria idraulica volto a migliorare il deflusso dell’acqua in mare. E’ in programma per la prossima settimana un ulteriore intervento di manutenzione della profilatura delle sponde del torrente.

Regolarmente i tecnici comunali prelevano campioni di acqua sia a monte che a valle della ferrovia, fino all’altezza dell’impianto di depurazione, per la ricerca di contaminanti microbiologici.

D’intesa col Gestore del servizio idrico l’Amministrazione comunale solleciterà formalmente i privati che debbono ancora regolarizzare gli scarichi delle acque reflue domestiche alla rete fognaria comunale.

Siamo certi che questi interventi porteranno nel tempo benefici alla qualità delle acque del torrente Marano e della sua foce, e  all’ambiente più in generale. 

Rammentiamo che la Regione Emilia-Romagna ha disposto il divieto permanente di balneazione in corrispondenza delle foci di tutti fiumi.

Abbiamo investito risorse ed energie per garantire ai turisti che scelgono Riccione le condizioni ottimali di balneabilità. La nostra priorità è, e rimane la salute pubblica, per noi intoccabile, ben vengano le sollecitazioni ma senza allarmismi”.

Ultimi Articoli

Scroll Up