Home > Ultima ora economia > Riccione: le 12 colonnine di ricarica elettrica non pagano il suolo pubblico

Riccione: le 12 colonnine di ricarica elettrica non pagano il suolo pubblico

Le strutture di ricarica per veicoli elettrici posizionate nel territorio del Comune di Riccione saranno esentate dal canone Cosap. Lo deciso la Giunta comunale compiendo una scelta precisa in fatto politica ambientale a sostegno della mobilità elettrica al fine di diminuire l’inquinamento atmosferico. Inoltre l’installazione delle colonnine arricchisce e garantisce un servizio pubblico da offrire a cittadini e turisti a Riccione. La diffusione capillare delle postazioni di carica di fatto stimola nell’utenza l’utilizzo di mezzi meno inquinanti. Come è noto ad aggiudicarsi il bando per le postazioni delle colonnine elettriche a Riccione è stato l’operatore economico BE CHARGE S.R.L. di Milano, che gestirà il servizio di installazione e gestione delle strutture di ricarica per la durata di 5 anni. Il Comune ha previsto l’installazione di 12 colonnine in 12 diversi siti: P.le Neruda, P.le Azzarita, P.le Marinai d’Italia, P.le Della Ginestra, P.le Dei Faraglioni, P.le Di Saraceni, P.le Vittorio Veneto, P.le Caduti di Cefalonia e P.le Del Circeo. Ogni colonnina avrà attacchi doppi e sarà dotata di due punti di ricarica per autovetture, veicoli commerciali a 4 ruote (categoria M/N) e uno per ciclomotori.

Per incentivare la mobilità elettrica e sostenibile la possibilità di ricaricare in diversi punti della città è un dato molto importante ha detto l’assessore al Bilancio Luigi Santi . Per rendere il servizio efficiente e alla portata di tutti i cittadini abbiamo quindi concesso l’occupazione del suolo pubblico gratuita a chi offre questo servizio ai nostri cittadini e si farà carico anche della manutenzione delle colonnine“.

Scroll Up