Home > Ultima ora Attualità > Riccione, leggere un libro a un neonato? “Tanti i benefici”

Riccione, leggere un libro a un neonato? “Tanti i benefici”

Insegnare alle neo mamme e ai neo papà a leggere un libro ai loro piccoli fin dai primi mesi di vita. Eccola la piccola “sfida” intrapresa dal Consultorio familiare di Riccione e dalla Biblioteca comunale nell’ambito del progetto nazionale “Nati per leggere”.

Se ne parla in un appuntamento dedicato previsto per giovedì 23 gennaio alle ore 10 e nasce dalla collaborazione tra la Biblioteca comunale e il Consultorio familiare di Riccione, nell’ambito del Progetto nazionale Nati Per Leggere.

Nel corso dell’incontro verranno presentati i libri più adatti alle diverse fasce di età e i criteri su come orientarsi nel mondo dell’editoria per i più piccoli. Per rendere l’esperienza della lettura in famiglia un momento piacevole il genitore non deve possedere doti particolari di bravura o di tecnica ma è sufficiente seguire il testo e le figure, e intraprendere con il bambino una lettura ricca di scambi affettivi.

“È documentato da molti studi, infatti, il beneficio che i bambini traggono dalla lettura ad alta voce: si sentono protetti, stimolati, amati e, più avanti negli anni, avranno più facilità a parlare e a leggere, comprenderanno meglio un testo scritto e saranno facilitati nel successo scolastico. Tra un adulto che legge con amore una favola e un bambino che ascolta si crea un legame affettivo che suscita grandi e forti emozioni attraverso la carezza del suono, il tono della voce, i silenzi. La lettura a voce alta fa quindi bene al bambino, lo rinforza, lo fa sentire protetto, migliora la qualità della sua vita”.

Scroll Up