Home > Ultima ora cronaca > Riccione, noto ristoratore condannato per violenza sessuale

Riccione, noto ristoratore condannato per violenza sessuale

Condannato ristoratore riccionese a due anni per violenza sessuale. Dovrà risarcire la sua ex dipendente anche con 7mila euro. I fatti risalgono al 2015 quando la sua aiuto cuoca dovette subire degli abusi psicologici e fisici da parte del suo datore di lavoro. Oltre ai palpeggiamenti, agli apprezzamenti il più delle volte volgari, il ristoratore aveva anche aggiunto anche continue telefonate e sms. Una vera e propria azione di stalking sessuale nei confronti della sua dipendente.

Nonostante le proteste dell’aiuto cuoca, ha continuato ad allungare le mani e tempestarla di messaggi WhatsApp a luci rosse. L’ultimo, il più eclatante per la cristallizzazione dell’accusa, lo ha mandato verbale, mentre la vittima si trovava davanti all’avvocato dell’associazione di difesa delle donne di Riccione cui si era rivolta per chiedere aiuto e cercare di mettere la parola fine a questa storia assurda. La telefonata è stata registrata ed ha inchiodato il datore di lavoro.

Il legale del ristoratore, l’avvocato Piergiorgio Tiraferri ha già annunciato appello

Scroll Up