Home > Ultima ora Attualità > Riccione: nuove strade, marciapiedi, arredi e pista ciclabile per il Centro Studi. Cantieri dal 5 ottobre

Riccione: nuove strade, marciapiedi, arredi e pista ciclabile per il Centro Studi. Cantieri dal 5 ottobre

Il quartiere Centro Studi pronto a cambiare volto con un intervento che si annuncia completo e radicale per tutta la zona. Gli Uffici dei Lavori Pubblici del Comune di Riccione hanno preventivato un lavoro complessivo da 1 milione e 700 mila euro, per un totale di 240 giornate lavorate, oltre 3 chilometri di strade asfaltate, piste ciclabili nuove, marciapiedi ed attraversamenti pedonali, arredi urbani, sottoservizi come il posizionamento delle fogne per le acque bianche e nuove tubature di collegamento alla rete dell’acquedotto. “Si parte lunedì 5 ottobre con il quartiere Centro Studi, ma come i cittadini di Riccione ricordano bene – ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici, Lea Ermeti – l’amministrazione riqualificherà e donerà nuova linfa a tutti i quartieri cittadini. Siamo una città che si muove e lavora, abbiamo attivi contemporaneamente almeno 10 cantieri, tra strade, scuole, parchi, lungomare e quartieri. Queste sono le nostre priorità e la nostra politica del fare“.

Si comincia quindi il 5 ottobre nel quartiere Centro Studi tra i viali Castrocaro, Cattolica, Romagna e Ferrara. La ditta che eseguirà gli interventi in programma è la CBR di Rimini che, come da procedura pubblica, si è aggiudicata l’accordo quadro triennale per la realizzazione di interventi manutentivi di riqualificazione e messa in sicurezza di strade, spazi pubblici a Riccione. Lunedì 5 ottobre i lavori partono da viale Reggio Emilia e viale Parma per cui l’Ufficio Traffico sta predisponendo la variazione alla circolazione che ovviamente sarà sempre garantita ai residenti e agli studenti e al personale degli istituti scolastici. Così come sarà garantita la circolazione e le fermate degli autobus scolastici.

Nel dettaglio gli interventi per tutto il riguarderanno i nuovi asfalti, nuovi marciapiedi, dove questi non sono già presenti, e ripristino degli esistenti.  Illuminazione nuova a basso consumo energetico e nuovi attraversamenti pedonali. Tutto il quartiere sarà a velocità di 30 km favorendo così gli spostamenti pedonali e la mobilità lenta. Le piste ciclabili saranno potenziate con la creazione di una nuova pista ciclabile lungo viale Emanuele II e viale Castrocaro. 

Su viale Castrocaro la pista ciclabile insisterà su entrambi i lati del viale, ma con direzioni di marcia opposte e a senso unico. Da viale Castrocaro, la pista ciclabile si congiunge in viale Cattolica, quindi con la nuova pista che entra nella zona delle scuole e con la biforcazione che porta al parco della Resistenza.

Scroll Up