Home > Ultima ora sport > Riccione, nuovo campo da calcio alla parrocchia Stella Maris di Fontanelle

Riccione, nuovo campo da calcio alla parrocchia Stella Maris di Fontanelle

La Giunta del Comune di Riccione ha approvato la concessione ad uso gratuito di una porzione di area a verde pubblico adiacente alla piazza di viale Sicilia a favore della parrocchia Stella Maris che lo destinerà alla creazione di un campo sportivo per sport di squadra. La parrocchia da parte sua si è accollata l’onere di allestire il campo sportivo polivalente, calcio, basket e pallavolo con porte e recinzione e di provvederne alla manutenzione. Il comodato d’uso gratuito sarà di 10 anni (con opzione di rinnovo) e si inserisce un progetto che la parrocchia sta portando avanti da tempo soprattutto nei confronti del disagio adolescenziale.

“Un piccolo progetto, come è stato definito da Don Massimiliano Cucchi, parroco della Stella Maris, che possa dare luoghi e spazi all’aperto dedicati ai giovani – spiega l’assessore ai Servizi alla Persona e alla Famiglia, il vice sindaco Laura Galli -. Don Massimiliano ha sottoposto un progetto molto semplice, ma secondo l’amministrazione, molto efficace nel favorire lo sviluppo individuale dei giovani, soprattutto dopo un periodo, come quello che stiamo vivendo a causa della pandemia, in cui molto i rapporti umani sono stati influenzati. Lo sport poi è sicuramente una di quelle attività salutari e di educazione al rispetto reciproco da valorizzare e incentivare in una comunità di cittadini”.

“Mancava alla parrocchia un ambiente esterno attrezzato – ha detto Don Massimiliano – per dare la possibilità ai ragazzi di trovare nella realtà della parrocchia un’opportunità di gioco. Abbiamo quindi chiesto al Comune di avere la possibilità di utilizzare l’area verde adiacente alla piazza. Il Comune ha accolto subito questo nostro progetto che ha principalmente lo scopo di dare a ragazzi e ragazze un luogo dove potersi ritrovare e vivere lo sport, come momento di condivisione con i coetanei e sempre sotto la guida di educatori. La funzione educativa dello sport, soprattutto se di squadra, è quella favorire la socialità, il ritrovarsi insieme, il confrontarsi nel rispetto delle regole in un modo sano di vivere. Lo sport insegna a vivere il tempo del gioco e del divertimento nel rispetto dell’altro, delle regole e dell’ambiente. Noi allestiremo un campo polivalente curato, in erba sintetica, attrezzato e illuminato. I ragazzi impareranno anche il rispetto di questo spazio, avendone cura, perché è una bella opportunità. Si potranno ad esempio organizzare tornei estivi in cui verranno coinvolti sia i ragazzi e che gli adulti che vorranno condividere i momenti di gioco come spettatori”.

Ultimi Articoli

Scroll Up