Home > Ultima ora Attualità > Riccione, da oggi campagna straordinaria contro le zanzare per prevenire virus West Nile

Riccione, da oggi campagna straordinaria contro le zanzare per prevenire virus West Nile

A Riccione entra oggi in vigore l’ordinanza firmata dal sindaco Renata Tosi “per l’esecuzione di trattamenti adulticidi contro la zanzara comune del genere Culex Pipiens per la prevenzione e il controllo dell’infezione da virus West Nile“.

Il provvedimento odierno è rivolto ai luoghi di aggregazione degli anziani e delle persone affette da patologie croniche considerate particolarmente a rischio.

Fino al 30 settembre 2018 i gestori di case di cura, Rsa, case di riposo, case famiglia, centro diurni e sociali, luoghi di aggregazione di persone anziane con aree verdi utilizzate anche nelle ore serali e spazi verdi circostanti l’ospedale, avranno l’obbligo di impiegare interventi specifici contro le zanzare a cadenza settimanale, utilizzando prodotti a basso impatto ambientale come stabilito dalle “ Linee guida regionali per un corretto utilizzo dei trattamenti adulticidi contro le zanzare ” reperibili al seguente link:

www.zanzaratigreonline.it/Lineeguidaperglioperatori/tabid/582Default.aspx

Questa ordinanza fa seguito ad una precedente con data 21 agosto che obbliga gli organizzatori di eventi, anche su aree pubbliche, in presenza di molte persone all’aperto, ad effettuare interventi straordinari adulticidi secondo le Linee guida regionali.

Entrambe le ordinanze si affiancano al piano di lotta integrata messo in atto da mesi dal Comune contro la proliferazione di zanzare che comprende trattamenti larvicidi periodici nei pozzetti presenti sul suolo pubblico, presso fossati e canali dove possono generarsi focolai.

Considerato che la condizione ideale per la riproduzione delle zanzare è la presenza di acqua, si ricordano alcune regole essenziali per impedire la diffusione della zanzara tigre:

  • eliminare le raccolte o i ristagni d’acqua, controllare le grondaie affinché sia pulite e non ostruite, svuotare i sottovasi, non innaffiare durante le ore serali ma nel primo mattino e usare regolarmente i prodotti antilarvali nei tombini e lungo le zone di scolo o ristagno dell’acqua
  • coprire le cisterne e tutti i contenitori dove si raccoglie l’acqua piovana con coperchi ermetici, teli o zanzariere ben tese; tenere pulite fontane e vasche ornamentali, eventualmente introducendo pesci rossi che sono predatori delle larve di zanzara tigre.

Si raccomanda, tra le altre cose, di non raccogliere acqua nei sottovasi dei fiori ma eventualmente di mettere della sabbia, così come nei vasi dei fiori secchi che abbisognino di un minimo d’umidità per conservarsi. Una regola che andrebbe rispettata soprattutto nei cimiteri.

Si ricorda che ogni venerdì al mercato settimanale è presente una postazione di Geat per la distribuzione gratuita ai cittadini del kit larvicida. Si tratta di un prodotto liquido da immettere direttamente nei pozzetti delle proprie abitazioni.

Scroll Up