Home > Ultima ora > Riccione: Orto Botanico delle Sabbie, sistemazione dell’area.

Riccione: Orto Botanico delle Sabbie, sistemazione dell’area.

Sono stati ripristinati e resi ben visibili i sentieri del tracciato interno all’Orto Botanico delle sabbie a ridosso di piazzale Marinai d’Italia. I lavori concordati con l’Assessorato all’Ambiente, permetteranno al WWF, che ha la gestione dell’area, di presentare nelle condizioni migliori e proporre ai visitatori un frammento di spiaggia in un ambiente estremo, fortemente selettivo nella vegetazione con un substrato sabbioso che presenta ambienti ormai scomparsi.

 

L’Orto Botanico vuole essere la testimonianza della spiaggia d’un tempo. L’estate e  la tarda primavera sono i periodi più adatti per una visita.

 

La sistemazione complessiva dell’area, dal punto di vista del ripristino dei camminamenti interni, è un primo intervento che, oltre a consentire una migliore fruibilità di questo lembo di spiaggia originaria, verrà integrato da un’operazione di asportazione, prevista all’inizio dell’anno prossimo, di una fascia di terriccio a ridosso della recinzione interna per oltre un metro di larghezza. Negli anni rifiuti organici e sfalci di vegetazione hanno infatti influito sulla peculiarità dell’orto che deve invece consistere unicamente nella presenza di sabbia senza terriccio.

 

Tra le specie che si possono osservare nell’Orto delle sabbie ci son il Villucchio marittimo a rischio di estinzione per la scomparsa degli ambienti sabbiosi lungo le coste italiane. Sopravvivono nell’Orto, l’Eringio marino, dalle larghe foglie cerose, e la Pastinaca spinosa con le foglie modificate in spine. Sono presenti  due specie di Erba medica, tipiche dell’ambiente costiero: la Medica marina e la Medica litorale. I cumuli sabbiosi ammassati dal vento lungo la recinzione sono colonizzati da cespi di Gramigna tribolo ide o Nappola delle spiagge.

Ultimi Articoli

Scroll Up