Home > Ultima ora politica > Riccione, il Pd attacca la Tosi: “Viali malmessi e soldi spesi male”

Riccione, il Pd attacca la Tosi: “Viali malmessi e soldi spesi male”

Dopo la caduta di alcuni calcinacci in un palazzo privato di Via Latini il Pd di Riccione ha attaccato Renata Tosi e la giunta della Perla per la modalità di gestione di alcuni casi di incuria cittadina e per le modalità di spesa dei soldi pubblici negli eventi di cartellone.

In occasione della caduta di calcinacci da un palazzo privato di Via Latini, il Sindaco Renata Tosi si è precipitata a dichiarare che è pronta ad emanare un’ordinanza rivolta ai proprietari di immobili privati che siano in condizioni fatiscenti, affinché intervengano per evitare problemi di sicurezza nei confronti dei cittadini. Bene. Ma forse il primo cittadino dovrebbe occuparsi in primis di ciò che compete fare all’amministrazione che guida.Dovrebbe occuparsi del patrimonio pubblico.

E tra esso rientrano ad esempio strade marciapiedi e piste ciclabili. Sono sempre più frequenti i casi di incidenti (alcuni gravi come in Via da Verazzano) ed infortuni dovuti al cattivo stato degli asfalti; ormai non vi è nemmeno più distinzione da fare tra ‘centro e periferia’: lo stato di incuria è generalizzato e ne facciamo esempi concreti allegando foto di quelle che sono alcune zone di Riccione, senza alcuna distinzione rispetto alla centralità o meno dei viali

.
Ormai la Giunta comunale è in balìa delle promesse fatte e non mantenute. Per rimanere in tema ci piace ricordare quella sulle ‘sentinelle del decoro’, che sarebbero dovute entrare in azione per vigilare circa lo stato di manutenzione dei diversi quartieri della città e delle quali oggi non se ne vede neppure l’ombra.
L’unico pensiero fisso della Giunta guidata dalla Tosi è quello di come spendere soldi per eventi e manifestazione e relativi arredi effimeri e provvisori, quando invece con quelle risorse si potrebbe dignitosamente sistemare ciò che in città è in condizioni fatiscenti. Quando avremo i dati relativi all’andamento della stagione turistica 2019 e ci accorgeremo che saranno impietosi (e questo ci preoccupa enormemente) speriamo si possa aprire una riflessione a 360 gradi su tutto ciò che significa turismo e qualità urbana e di come i due aspetti siano strettamente correlati. Diversamente il nostro declino sarà costante ed irreversibile.

Scroll Up