Home > Ultima ora Attualità > Riccione: procede il percorso per l’“Identità di spiaggia” patrimonio Unesco

Riccione: procede il percorso per l’“Identità di spiaggia” patrimonio Unesco

ll Comitato promotore del progetto “ldentità di spiaggia” costituitosi nell’autunno scorso, composto da tutte le associazioni che rappresentano i concessionari di stabilimenti balneari di Riccione, ossia, Cooperativa Bagnini di Riccione S.r.l. – Confartigianato lmprese Rimini; Cooperativa Bagnini Adriatica Riccione a.r.l.; Confcommercio lmprese per l’ltalia – Provincia di Rimini; CNA Associazione Territoriale di Rimini; comunica lo stato di avanzamento del progetto “ldentità di spiaggia”, la candidatura degli usi sociali della spiaggia a patrimonio immateriale UNESCO.

 

Ieri mattina, presso il Palazzo del Turismo di Riccione, il Comitato ha incontrato le Associazioni di categoria ed i Comitati d’area della città per fornire ogni delucidazione sul progetto avviato quasi un anno fa, illustrare il lavoro svolto finora e introdurre i prossimi sviluppi del progetto imperniato sull’uso e la gestione della spiaggia come pratica sociale ed economica che fornisce il senso di identità alla comunità; un sentire comune che va oltre la spiaggia e coinvolge tutte le attività del territorio e più in generale, tutta la cittadinanza riccionese.

 

Sono stati brevemente ripercorsi i passaggi che hanno visto nascere il progetto. Dal desiderio di vedere riconosciuta ufficialmente la nostra peculiarità, al coinvolgimento dell’Università di Bologna incaricata di creare un metodo finalizzato alla realizzazione del dossier da presentare all’UNESCO; dal sostegno dell’Amministrazione Comunale che ha consentito la nascita della Commissione Paritetica per l’informazione ed ha patrocinato il progetto, alla alla compattezza di tutti i bagnini che lo hanno abbracciato ed hanno dato vita al Comitato; dalle interviste che il ricercatore ha rivolto agli operatori di spiaggia, a quelle effettuate ai turisti storici; dalle centinaia di questionari raccolti fra i bagnanti, al lavoro di ricerca negli archivi, fino ad arrivare ad oggi, dove l’estensione del progetto coinvolgerà tutta la città dal momento che il presente Comitato ha richiesto un Consiglio Comunale in adunanza aperta che sarà calendarizzato a breve.

Tutte le associazioni e i comitati presenti hanno accolto favorevolmente il progetto condividendone l’intento e manifestando il proprio sostegno.

Orgogliosi dell’appoggio ricevuto che testimonia un forte senso di appartenenza della comunità riccionese, oltre al superamento delle diffidenze iniziali spesso dovute ad una scarsa conoscenza del concetto di tutela di beni immateriali – recita un comunicato – procediamo compatti il nostro percorso ben consapevoli di essere solamente a metà dell’opera ma anche fiduciosi di essere sulla buona strada per portare a compimento l’ambizioso progetto”.

Scroll Up