Home > Cronaca > Riccione, Renata Tosi rinviata a giudizio per i mancati divieti di balneazione

Riccione, Renata Tosi rinviata a giudizio per i mancati divieti di balneazione

 La sindaca di Riccione, Renata Tosi, un ex assessore e l’ex comandante della polizia locale di Riccione, Pier Paolo Marullo, oltre a un dirigente comunale e a un ex dirigente dell’Ausl sono stati rinviati a giudizio per mancata o ritardata emissione di ordinanza di divieto di balneazione. Lo riporta il Corriere Romagna che spiega come i due fatti risalgano alle estati del 2015 e del 2016. Il rinvio a giudizio è stato disposto dal giudice Vinicio Cantarini. La prima udienza è fissata per il 15 giugno 2021.
Secondo l’accusa, in occasione di uno sforamento delle acque fognarie in mare non vennero tempestivamente apposti i cartelli di divieto di balneazione nella zona di costa riccionese interessata.
Fonte Ansa
Nei dettagli, sindaco, ex assessore, dirigente comunale ed ex dirigente Ausl sono indagati per abuso di ufficio e rifiuto di atti di ufficio.   “Confido nel lavoro della magistratura sapendo anche che a queste situazioni chi ha la responsabilità di un’amministrazione non è nuovo – ha detto la sindaca di Riccione Renata Tosi – si tratta – di un rischio del mestiere. Il mio pensiero va a quanti sindaci ed ex sindaci, ex presidenti di provincia sono stati indagati e posti sotto processo nella provincia di Rimini. credo che spesso anche agendo al massimo delle proprie capacità umane nel massimo rispetto della legge, il nostro operato spesso finisce sotto la lente di ingrandimento, fa parte delle dinamiche della democrazia, che rispetto”.

Ultimi Articoli

Scroll Up