Home > Ultima ora politica > Riccione: rigenerazione urbanistica della città. In arrivo il secondo avviso publico

Riccione: rigenerazione urbanistica della città. In arrivo il secondo avviso publico

Riqualificazione degli spazi urbani, massimo contenimento del suolo, riuso del patrimonio edilizio esistente per rendere la città di Riccione più bella e vivibile. La Giunta Comunale lavora per conseguire questi obiettivi e, dopo un primo avviso di invito ai privati a presentare manifestazioni di interesse, ne ha approvato un secondo, in pubblicazione dalla prossima settimana. Entro 90 giorni dalla stessa data di pubblicazione sull’albo pretorio on line del Comune, i privati avranno la possibilità di presentare proposte costituenti manifestazioni di interesse, così come previsto dalla Legge Regionale 21 dicembre 2017, n.24,  per la parte del territorio compreso tra la ferrovia e l’arenile.

 

Un secondo step che fa seguito ad un percorso ben definito. Il Comune di Riccione ha infatti condiviso con la Regione di procedere all’approvazione del nuovo Piano Urbanistico Generale come ente sperimentatore della nuova legge urbanistica regionale e, a questo scopo, ha sottoscritto un Protocollo d’intesa con Regione e Provincia. Un successivo passo è stato la delibera di indirizzo con la quale il Consiglio Comunale, lo scorso dicembre, si è espresso in osservazione alle manifestazioni di interesse formulate dai privati in risposta al primo avviso pubblico indetto dall’amministrazione.

 

La prima procedura pubblica – dichiara il sindaco Renata Tosi – ha ottenuto un ottimo riscontro dal punto di vista del numero di proposte giunte all’amministrazione. 21 operatori economici hanno manifestato il loro interesse a dare attuazione al piano strutturale comunale. Tra incontri, presentazioni e approfondimenti con la città e gli ordini professionali, abbiamo intavolato una grande sfida per la Riccione del futuro. Una svolta per la città che, con l’ intervento dei privati secondo precise linee di indirizzo, ha l’ambizione e il diritto per i riccionesi di recuperare zone della nostra città da anni in attesa di una decisa riqualificazione. Per dare forza a questo disegno di recupero e rinnovamento nella zona a mare della ferrovia, con un secondo avviso pubblico diamo quindi una ulteriore possibilità per dare nuova vita ai buchi neri della città. Interventi importanti e di ampio respiro, tempi brevi e contenuti innovativi: sono i principi cardine delineati in questa visione urbanistica. Una visione dai rilevanti risvolti: di contenuto, perchè le manifestazioni devono rispettare determinati criteri di sviluppo, e procedurali, per il dialogo costante con l’amministrazione in termini di lavoro di squadra e tempistica da rispettare. Con la regia del pubblico, mettendo a disposizione la competenza degli uffici di settore e di personale dedicato, l’energia del privato avrà l’opportunità di liberare nuove energie per dare un rinnovato impulso alla zona mare di Riccione”.

Scroll Up