Home > Cronaca > Riccione, rissa tra minorenni in spiaggia: volano cinghiate e coltellate

Riccione, rissa tra minorenni in spiaggia: volano cinghiate e coltellate

Un’altra rissa Riccione e ancora una volta ad essere coinvolti sono giovani e giovanissimi anche minorenni. Sono spuntati fuori i coltelli nella notte tra il 15 e il 16 luglio sulla spiaggia del bagno 118 e una ragazza è stata presa a cinghiate. A intervenire per prime sono state le guardie giurate Vigilar che nell’estate in corso pattugliano l’arenile per dare manforte alle forze dell’ordine.

Mancavano pochi minuti alle 4 quando le guardie erano intervenute al bagno 113-115 di Riccione. Un intervento su segnalazione per la presunta presenza di persone esagitate che avrebbero rotto bottiglie di vetro tra urla e schiamazzi. Tuttavia gli uomini della sicurezza una volta sul posto avevano constato che la situazione era tornata alla normalità. A quel punto però hanno comunque continuato a pattugliare l’area tanto che dopo pochi minuti avevano intercettato la richiesta di aiuto di una ragazza. “Mi hanno preso a cinghiate” ha spiegato loro la giovane . E infatti poco più in là, all’altezza del bagno 118, era in corso una rissa che coinvolgeva circa una ventina di persone, apparentemente minorenni.  Lungo la strada hanno però incrociato un’altra persona, un ragazzo, che presentava una brutta ferita alla gamba destra all’altezza del femore che continuava a perdere sangue.

Seguendo le indicazioni della centrale operativa Vigilar, la guardia giurata ha tamponato la ferita e posto un laccio emostatico alla gamba con la cintura della vittima. Nel frattempo la centrale operativa Vigilar ha preso contatti con 118 e carabinieri, i quali hanno confermato di aver già in carico la situazione. Sul posto sono quindi intervenute due pattuglie dell’Arma, due ambulanze e un’auto medicalizzata per soccorrere le quattro persone ferite (inclusa la ragazza che aveva riferito di aver preso una cinghiata). Complessivamente sono state sei le guardie giurate Vigilar intervenute sul posto. Sul fatto indagano i carabinieri.

Ultimi Articoli

Scroll Up