Home > Ultima ora > Riccione: risultati positivi per la sezione Nuoto della Polisportiva ai Campionati nazionali

Riccione: risultati positivi per la sezione Nuoto della Polisportiva ai Campionati nazionali

A Riccione si è chiuso un lungo e intensissimo weekend di nuoto. Venerdì e sabato lo Stadio del Nuoto ha ospitato i campioni azzurri impegnati nel Campionato Italiano invernale Open FIN, che ha visto in vasca il ghota del nuoto nazionale. Domenica è stata la volta della fase regionale del Campionato Italiano a squadre – Coppa caduti di Brema, mentre lunedì si è chiuso questo eccezionale weekend con la consegna dei brevetti ai bambini dei corsi di nuoto.

Guardando in casa, la sezione Nuoto della Polisportiva Riccione ha di che gioire. Agli Assoluti erano impegnate tre atlete: Sofia Tedeschi (50 e 100 rana), Jessica Iacoponi (50, 100 e 200 rana) e Ilenia Frisoni (50 stile libero). Per Sofia nuovo record personale nei  50 (32’’87) che vale il 7° posto e nei 100 rana (1’11’93) e 15^ posizione. Personale agli Assoluti anche per Jessica nei 100 rana (1’12’’19) che vale il 17° posto, nei 50 chiude al 14° posto. Il 27’’01 di Ilenia Frisoni nei 50 sl (36^) ha fatto per lei da preludio a cinque fantastiche gare nella Coppa Brema, in cui ha migliorato i tempi nuotati negli anni precedenti.

E’ proprio dalla Coppa Brema che arrivano i migliori risultati per gli atleti della sezione Nuoto della Polisportiva Comunale Riccione. La fase del campionato italiano a squadre si chiude con un eccellente 3° posto della squadra femminile (10.849 punit) dietro soltanto alle due grandi squadre di Bologna, l’Azzurra ‘91 (11.857) e il CN Uisp (11.686). Quarta la Swim Pro SS9 (10.545), seguita da Imolanuoto (10.444), De Akker Team (10.368) Gens Aquatica San Marino (10.166) e Rinascita Team Romagna (9.666). Tra le romagnole, 15° posto per Nc 2000 Faenza (8.493).
La squadra maschile della Polisportiva Riccione chiude invece al 16° posto (8.485 punti), in una classifica che vede sul podio Cn Uisp Bologna (12.602), Imolanuoto (12.292) e De Akker Team (12.063). Tra le romagnole, Rinascita Team Romagna è ottavo (9.590), Gens Aquatica 10° (9.329), 11° Nc 2000 Faenza (9.280), 21° il Garden Rimini ( 7.293).

A livello individuale, la Coppa Brema ha portato agli atleti riccionesi nuovi pass per gli Italiani, oltre a quelli già acquisiti nelle scorse settimane: per Sara Bernardi nei 100 dorso, per Giacomo Alessandri nei 100 rana e per Luca Andreini nei 50 e 100 stile libero. Tanti i personal best ottenuti e tanti i record sociali migliorati: Ilenia Frisoni migliora ben tre record sociali Assoluti, 50, 100 e 200 stile libero portandoli a 25″97, 56″94 e 2’03″50 (precedenti 26″45-57″19-2’04″81), Sara Bernardi migliora i già suoi record Junior e Assoluti nei 100 e 200 dorso, fermando il cronometro a 1’03″48 e 2’15″31 (1’04″44-2’18″61 i precedenti) e Alysia Cren abbassa ulteriormente il proprio record nei 400 stile libero Junior nuotandoli in 4’23″06 (4’24″13 –  tempo limite per gli Italiani già abbondantemente ottenuto).
Record anche per le due staffette femminili, la 4×100 stile libero con 3’52″93 (composta da Ilenia Frisoni, Samanta Mazzoni, Alysia Cren e Sara Bernardi, precedente 3’55″95) e la 4×100 mista con 4’13″01 (Sara Bernardi, Sofia Tedeschi, Jessica Iacoponi e Ilenia Frisoni, precedente 4’17″70).
Siamo molto contenti di questo fine settimana – commenta il direttore tecnico del Nuoto Riccione, Max Di Mito . Già agli Assoluti sia Tedeschi, sia Iacoponi sono riuscite a fare buone prestazioni, firmando anche i propri personali. Frisoni ha fatto un tempo normale, ma è stato la miccia che le ha permesso di nuotare una Coppa Brema da autentica protagonista con 5 gare fantastiche che hanno demolito i suoi precedenti record, compresi quelli sociali. Ilenia ha trainato il gruppo da vero capitano. Per quanto riguarda la Brema, la squadra ha dato una dimostrazione di grande compattezza. Oltre ai ragazzi in gara, gli atleti sono stati tutti in piscina a fare il tifo per i compagni, sintomo di un gruppo saldo e compatto che ha dato un’ottima risposta dimostrandosi animato da grande spirito agonistico e senso di squadra. I ragazzi hanno migliorato i tempi mettendocela tutta e dando un calcio alle difficoltà con tanti record e tempi per gli Italiani di categoria. Il terzo posto in classifica alla Brema regionale con la squadra femminile non è da tutti: lo volevamo fortemente e ci siamo riusciti con una gara più bella dell’altra dietro a due squadre che hanno bacini enormi rispetto al nostro. Per quanto riguarda i maschi, il 16° posto è già un risultato positivo considerato che tutti sono molto giovani, ma anche loro hanno migliorato i personali alcuni come Andreini, Riccardo e Giacomo Alessandri anche con distacchi enormi di oltre mezzo secondo dai precedenti. Sono molto contento: sono state giornate entusiasmanti e, come ho già detto ai ragazzi, erano anni che non avevo una squadra così. Per ricordare un gruppo così qualitativo e generoso devo tornare con la mente al 2005 a Milano: in quella squadra nuotava anche una giovanissima Federica Pellegrini…”.

brema cren mazzoni bernardi frisoni brema squadra

Ultimi Articoli

Scroll Up