Home > Ultima ora politica > Riccione, Sabrina Vescovi: “La Settimana Rosa si farà. Indipendentemente da Tosi e consorzi”

Riccione, Sabrina Vescovi: “La Settimana Rosa si farà. Indipendentemente da Tosi e consorzi”

Continuano le polemiche a Riccione sulla Settimana Rosa in programma dal 3 al 9 agosto a Riccione, kermesse oramai alle porte. Dopo gli strali del sindaco di Riccione Renata Tosi è stata la volta di 4 presidenti di consorzi locali, 3 di albergatori e 1 di ristoranti.

In particolare i consorzi di hotel Riccione Family Hotel (Presidente Andrea Ciavatta), Riccione Bike Hotel (Presidente Claudio Righetti) Riccione Sport (Presidente Paolo Semprini).

A contestare la loro posizione è la capogruppo di minoranza Pd Sabrina Vescovi con un lungo post pubblicato sulla sua pagina Facebook.

“La settimana rosa – scrive la Vescovi –  nel suo nuovo format ha fatto un grande salto di qualità. Coinvolgendo l’entroterra e scegliendo eventi di livello ha cambiato pelle. Potente da un punto di vista comunicativo ed emblematica nella capacità di tenere insieme un territorio, che è anche destinazione e prodotto.

A Riccione, il sindaco ha voluto eventi a calendario che richiamano il mondo delle disco e della notte. Eventi in cui l’assembramento è assicurato.
Un calendario scelto dal sindaco e dall’assessore al turismo ben prima che i medesimi eventi fossero inseriti con il suo benestare nel calendario della Notte Rosa. Mentre a Rimini c’è il concerto di Giovanni Allevi”.

In sostanza per la Vescovi gli eventi a Riccione “la Tosi li avrebbe fatti ugualmente, con i rischi di assembramento connessi e che peraltro sono già una routine da settimane”.

Infine 3 domande rivolte ai presidenti dei consorzi. “”Non si fidano evidentemente della gestione dell’ordine pubblico e degli inevitabili rischi connessi a questo evento da parte del sindaco della città? Decidono di farsi beffa del principio di “insieme e territorio” in cui abitualmente collaborano supportati dalla Regione Emilia Romagna che ne finanzia le attività e i progetti? Pensano “ingenuamente” che la notte rosa a Riccione possa essere “abolita” con questa dichiarazione?A tal fine del tutto inutile. Pensavano davvero che gli eventi delle Albe in controluce con dee jay set delle disco e la piazza di Radio Dee Jay già in programma nel calendario eventi Riccionesi ben prima della notte rosa li avrebbe tutelati dai rischi connessi?”

Infine, per la Vescovi,  “La settimana rosa ci sarà. Indipendemente da loro e da questa dichiarazione “pseudo secessionista”. Dovrebbe essere un grande evento collettivo finalizzato alla rinascita. E alla consapevolezza della propria identità:l’accoglienza“.

Scroll Up