Home > Politica > Riccione, sindaco non invita presidente Provincia ai 60 anni del Savioli. Polemiche anche su gestione

Riccione, sindaco non invita presidente Provincia ai 60 anni del Savioli. Polemiche anche su gestione

Sul sito ufficiale dell’istituto alberghiero S. Savioli di Riccione viene promosso il 60esimo compleanno dell’Istituto. 1959-2019. Per ripercorrere la sua storia, assieme ai diretti protagonisti che negli anni hanno trascorso parte della propria vita scolastica e professionale, domenica 1° Dicembre si svolgerà una grande festa aperta al pubblico.

A partire dalle 17.30 l’Aula Magna ospiterà genitori, alunni, docenti e i diretti interessati che in passato hanno frequentato l’istituto.

I festeggiamenti dei 60 anni del Savioli – afferma il Dirigente Scolastico Giuseppe Ciampoli alla guida dell’istituto da 13 anni – costituiscono ad oggi un importante punto di arrivo per il ruolo turistico assurto negli anni dalla scuola, in rappresentanza del territorio riccionese e della Romagna intera, oltre a svettare al primo posto in provincia di Rimini per occupabilità dei suoi studenti, a garanzia quindi trovare lavoro al termine del percorso scolastico. Ben vengano iniziative come questa che festeggiano la storia del Savioli tenendoci sempre proiettati al futuro: la scuola nasce nel 1959, nel 1969 l’uomo posò per la prima volta il piede sulla Luna, la nostra scuola vuole essere il primo istituto alberghiero che approda su Marte”.

In realtà quella che doveva essere una domenica di festa rischia di trasformarsi in un anniversario di polemiche. Il motivo è abbastanza semplice. La locandina è firmata dal Comune di Riccione, dal logo dell’Istituto e dal logo dell’associazione Insieme per Riccione. Alcuni docenti, e genitori del Savioli si sono subito resi conto che in quella locandina mancava una firma importante ed in compenso vi era un logo di troppo.

Il logo mancante è quello della Provincia da cui dipende il Savioli, come tutte le scuole di secondo grado, viceversa la presenza dell’associazione Insieme per Riccione non si comprende a quale titolo organizzi la festa nei locali della scuola. Evidente che si è in presenza non solo di scorrettezze istituzionali ma anche di procedure amministrative molto dubbie dal punto di vista della legittimità.

Il dirigente scolastico ha fatto una determina amministrativa dove viene individuata l’associazione Insieme per Riccione come partner strategico per l’organizzazione dell’evento? Per quale ragione l’Istituto ha necessità di una associazione esterna per organizzare il compleanno? Corrisponde al vero che inizialmente l’evento era previsto al palazzo del turismo e solo successivamente è stato spostato nei locali del Savioli? Per quale ragione il dirigente scolastico non ha coinvolto la Provincia quale ente competente per la scuola?

Sono domande che richiedono risposte per evitare che il compleanno si trasformi in una enorme polemica e strumentalizzazione politica. Il presidente della Provincia, Riziero Santi,  da noi interpellato non vuole alimentare polemiche e tanto meno dare l’impressione che continui la polemica  tra il sindaco Renata Tosi e il presidente della Provincia dopo le note vicende del MetroMare. Santi è molto amareggiato per una esclusione istituzionale che non ha nessuna giustificazione. Difficile che tutto finisca rapidamente ed ha confermato il malcontento tra alcuni genitori. Il Presidente della provincia ha confermato che non sarà presente all’evento.

 

Scroll Up