Home > Ultima ora politica > Riccione, Vescovi: “Per la Lega la disabilità è una questione economica”

Riccione, Vescovi: “Per la Lega la disabilità è una questione economica”

«La disabilità….per la lega una questione economica! Dopo la Daspo ai mendicanti la Lega di Riccione, per bocca della candidata a Roma, scende in campo con una perla di delicatezza umana: “a tutti può succedere di diventare disabili ed essere dimenticati”, “La Lega non dimentica i disabili”».

Sabrina Vescovi, consigliera comunale del PD a Riccione, non ci sta, e smentisce quanto dichiarato da Elena Raffaelli (Lega), candidata per il centro destra nel collegio uninominale della Camera, la quale attraverso un post su Facebook aveva accusato i governi del PD di fregarsene dei disabili e spendere miliardi di euro solo per mantenere migranti abusivi.

«Parole vuote, offensive, e slogan come se piovesse: aumento delle pensioni sociali e trasporto gratuito sui mezzi pubblici! – attacca la Vescovi – Ma anche tanta ignoranza. Si. Nel senso che ignorano! Non sanno e non studiano».

I leghisti «non sanno infatti che nel comitato di distretto socio sanitario del 27 ottobre scorso è stato approvato il criterio di riparto dei 40.472 euro derivanti dal fondo messo a disposizione dalla Regione Emilia Romagna (DGR 1073/2017) per il riconoscimento del sostegno della mobilità casa lavoro. Molto di più di un biglietto del trasporto pubblico. Un progetto di trasporto personalizzato che mette nelle condizioni il disabile di muoversi in totale autonomia per gli spostamenti casa lavoro/attività di inserimento. Un progetto pensato per contribuire alla conquista dell’autonomia del disabile. Non la regalia elettorale profusa da parole insensibili esposte con la delicatezza di un elefante.».

Gli esponenti del Carroccio sembrano molto disinformati riguardo tutto quello che è stato fatto per le persone con disabilità. «Non sanno neppure che con l’approvazione della Legge 112/2016, e l’approvazione del programma regionale per l’utilizzo del Fondo per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno famigliare – fondo Dopo di Noi – la regione Emilia Romagna ha messo a disposizione fondi per 2,8 milioni di euro per la riqualificazione o la costruzione di appartamenti per piccoli gruppi e soluzioni di co-housing».

Intanto, prosegue la consigliera comunale,  «presentano progetti faraonici, di impossibile realizzazione nell’area dell’ex macello. Parlano di disabilità senza conoscerne i reali bisogni e senza conoscere le azioni messe in campo secondo la giusta logica di creazione della rete delle relazioni di sostegno alla socialità e all’inserimento. Promettono soldi. Senza peraltro averli disponibili.  E si lavano la coscienza catalogando la disabilità ad una condizione che necessita di indennizzo economico.

Intanto la storia anche locale racconta la verità sul loro interesse per i disabili più dei loro basici slogan elettorali

La Vescovi ricorda quindi quanto successo nel dicembre del 2016 e nell’ottobre del 2017«Per due volte consecutive, la Lega, al governo della città di Riccione, ha bocciato l’ordine del giorno proposto dal Partito Democratico relativo alla elaborazione di un piano per l’abbattimento delle barriere architettoniche e alla conseguente possibilità di accedere a finanziamenti europei.

Mentre promettono l’impossibile sulle regalie economiche, bocciano un progetto serio per la mobilità in sicurezza dei portatori di disabilità.

E soprattutto fingono di non aver visto il dietro front del loro sindaco sull’approvazione delle linee di indirizzo del regolamento per la compartecipazione ai servizi socio sanitari rivolti ad anziani e disabili. Un dietro-front imbarazzante avvenuto dopo aver fatto inutili e bugiarde promesse. Una bella faccia tosta!  Che accomuna queste persone che pur di conquistare la poltrona non lesinano mai neppure sulla buona fede dei più deboli».

 

Ultimi Articoli

Scroll Up