Home > Ultima ora sport > Riccione, volano gli stracci tra Polisportiva e società di Pattinaggio

Riccione, volano gli stracci tra Polisportiva e società di Pattinaggio

Volano gli stracci tra la società di Pattinaggio artistico di Riccione e la polisportiva. Nei giorni scorsi Giuseppe Solfrini presidente della polisportiva aveva comunicato verbalmente la decisione di revocare l’affiliazione alla polisportiva alla presidente Gigliola Mattei. Gli attriti tra la società e la polisportiva andavano avanti da tempo con le dimissioni della stessa Matei dal CdA della polisportiva. Ora arriva anche l’ufficialità, con una nota che non lascia spazio ad immaginazione. La motivazione è dovuta all’atteggiamento della presidente del Pattinaggio Mattei che “da anni a questa parte non ha fatto altro che denigrare la Polisportiva e i suoi organi direttivi”

La nota integrale della Polisportiva

“La non riconferma dell’affiliazione della società ASD Pattinaggio Artistico Riccione alla Polisportiva è stata decisa per il comportamento tenuto ormai da tempo dalla sua presidente, che da anni a questa parte non ha fatto altro che denigrare la Polisportiva e i suoi organi direttivi. L’ultimo episodio direttamente nella sede della Polisportiva davanti a numerosi testimoni. La decisione presa dal direttivo all’unanimità è stata dolorosa, ma inevitabile. Nulla hanno a che vedere con questa decisione le dimissioni dal consiglio direttivo presentate da parte della presidente: la dirigente della società affiliata non è infatti stata l’unica a dimettersi in quel difficile momento, ma nessuno ha tenuto il medesimo comportamento, tanto che ci saremmo aspettati che fosse lei a non volere più affiliare la propria società ad una realtà associativa in cui di fatto ha dimostrato più volte di non avere né stima e né fiducia.

In merito alle dichiarazioni rilasciate alla stampa dalla allenatrice, direttrice e consigliera federale Paola Giulianelli, improntate ad un vittimismo privo di fondamento, si rileva come sia stato taciuto il vero motivo della decisione di non affiliare la ASD presa dal consiglio direttivo della Polisportiva, che le era stato comunicato in maniera netta ed inequivocabile.

Teniamo a ribadire alcuni aspetti, come il fatto che le società sportive affiliate alla Polisportiva Riccione ad ogni stagione devono presentare una nuova richiesta di affiliazione, che non è un atto dovuto. Le ASD affiliate come l’ASD Pattinaggio Artistico Riccione, al contrario delle sezioni sportive, sono completamente autonome sia dal punto di vista tecnico-organizzativo, sia dal punto di vista economico; hanno un loro bilancio che gestiscono in maniera totalmente indipendente e dunque la non affiliazione alla Polisportiva non inficia la possibilità di fare attività, né di organizzare gare ed eventi. Alle società affiliate la Polisportiva offre servizi accessori quali la segreteria e la tenuta della contabilità mettendo a disposizione una addetta contabile a tempo pieno, senza che venga richiesto un compenso significativo in merito. L’organizzazione delle manifestazioni sportive da parte della ASD Pattinaggio Artistico Riccione è sempre avvenuta in maniera autonoma e senza che ne sia stata interessata la Polisportiva. Se la società ASD Pattinaggio Artistico Riccione vorrà, potrà continuare ad organizzarli senza problemi. I paventati danni economici per la città, se ci saranno, dipenderanno solamente dalle decisioni della società medesima.

Alla luce di quando sopra e considerato il comportamento denigratorio tenuto, la Polisportiva ha preso una decisione dovuta per il bene e per il futuro della società stessa.

Per portare il pattinaggio a livello internazionale come la città di Riccione merita, la Polisportiva porterà avanti un progetto relativo a questa disciplina sportiva che le era già stato presentato da tempo da allenatori di livello internazionale e dalla più importante società italiana di pattinaggio artistico, tutte figure che vedono in Polisportiva Riccione una eccellenza. Il nuovo progetto sarà presentato nei prossimi giorni in conferenza stampa alla presenza di tutti i protagonisti”.

Giuseppe Solfrini presidente della polisportiva e Gigliola Mattei presidente della società di pattinaggio

Inevitabili anche le polemiche politiche. Stefano Caldari ex assessore e candidato a sindaco del centro destra commenta la decisione della polisportiva con un post su Fb.

“La stagione della condivisione, dell’inclusione e dell’ascolto è iniziata all’insegna della tradizione anche in Polisportiva.
Convocata senza ordine del giorno, la sezione pattinaggio viene letteralmente sbattuta fuori senza alcuna ragione oggettiva, dopo 40 anni di esemplare attività a Riccione.
La ragione è ovviamente “politica” e fa parte del piano di epurazione di chi, giustamente, si è permesso di contestare la gestione della società.
Lo chiedo quindi al sindaco, all’assessore allo sport e al presidente Solfrini: non si faceva politica in Polisportiva vero?”
Anche l’ex sindaco Daniele Imola interviene auspicando una ricomposizione del conflitto.
“La frantumazione della polisportiva , tante piccole società che sgomitano tra loro metterebbero a rischio il futuro dello sport a Riccione.
Una polisportiva forte che, con pazienza e tanto lavoro, tiene assieme tutte le discipline sportive anzi ne promuove anche altre è l’unica speranza di poter garantire ai nostri ragazzi di avere la possibilità di praticare qualsiasi sport, per poter garantire a tanti turisti di avere una ragione in più per venire in vacanza a Riccione e per permettere a tante federazioni sportive di organizzare qui tante manifestazioni sportive di alto livello che senza la forza organizzativa, di volontariato e di competenza della polisportiva non potrebbero organizzare.”

Ultimi Articoli

Scroll Up