Home > Ultima ora cronaca > Riminese rapinata e mutilata di un orecchio, presi tre romeni a Lanciano

Riminese rapinata e mutilata di un orecchio, presi tre romeni a Lanciano

Sono stati arrestati  questa notte tre cittadini romeni ritenuti i responsabili della violenta rapina di Lanciano, durante la quale fra l’altro Niva Bazzan, nata a Rimini, aveva subito l’amputazione del lobo di un orecchio. I tre erano già sospettati di altre rapine compiute in zona e sono stati presi mentre si stavano dando alla fuga. Ma la loro auto, una Golf con targa romena, era sotto controllo da parte delle forze del’ordine ed è stata bloccata nelle campagne di Lanciano, non distante dal luogo dell’ultimo colpo. Dopo un inseguimento è andata a sbattere contro un guardrail. Ora i tre si trovano nel commissariato del centro abruzzese per gli interrogatori. Sarebbero due fratelli e un loro cugino, tutti romeni fra i 20 ed i 30 anni. Si sospetta che siano gli stessi ad aver rapinato un commerciate lo scorso anno, sempre con estrema violenza.

Sono stati anche rinvenuti capi di abbigliamento e somme di denaro che vengono messe in connessione con l’assalto alla villetta del chirurgo Carlo Martelli e della moglie Niva Bazzan.

Polizia e carabinieri non hanno concluso le indagini e anzi stanno conducendo avanti un massiccio rastrellamento alla ricerca di altri complici, fra cui una donna che avrebbe fatto da “talpa” per i rapinatori: i banditi entrati nella villetta erano almeno in quattro. E si sospetta che il capobanda sia un italiano, attivamente ricercato.

Ultimi Articoli

Scroll Up