Home > Ultima ora cronaca > Rimini, 22enne ubriaco dà di matto in hotel: ne fanno le spese fidanzata, albergatore, poliziotti e auto di servizio

Rimini, 22enne ubriaco dà di matto in hotel: ne fanno le spese fidanzata, albergatore, poliziotti e auto di servizio

A Rimini erano circa le 5 di questa mattina quando la Polizia è stata chiamata da un albergo di in Via Cirene per  segnalare i problemi che una coppia di giovani ubriachi fradici stava creando.

Sin dall’arrivo dei poliziotti, le due persone, un 22enne della Lituania e una 18enne originaria di Rimini, in evidente stato di alterazione psico-fisica,si sono mostrate aggressive sia nei confronti degli agenti che verso il portiere notturno dell’hotel. Quest’ultimo ha riferito che poco prima il ragazzo, cliente della struttura alberghiera, si era presentatoinsieme alla propria fidanzata, pretendendo che quest’ultima entrasse con lui in camera nonostante la stessa non fosse regolarmente registrata. Al rifiuto del portiere è corrisposto l’atteggiamento aggressivo e minaccioso dei ragazzi, da cui la chiamata alla Polizia.

Mentre gli agenti cercavano di riportare alla calma i due giovani, è arrivato il titolare dell’albergo, che per venirgli incontro, ha offerto al ragazzo la restituzione di quanto aveva pagato per la camera, purchè i due se ne andassero.

Per tutta risposta la coppia ha preso a inveire anche contro di lui insultandolo, sputandogli in faccia e dandogli un calcio alle gambe.

I poliziotti si hanno provato a dividere le parti, ma improvvisamente il ragazzo si è scagliato contro la sua stessa fidanzata, afferrandola per il collo e stringendo con forza. Intervenuti rapidamente per liberare la ragazza, il giovane si è lanciato violentemente contro gli agenti, prendendo questa volta per il collo uno di essi. Riportato alla calma con non poca fatica e messo in sicurezza, il ventiduenne è stato accompagnato in Questura.

Anche durante il tragitto, il ragazzo ha continuato a dare in escandescenze,  calciando contro il divisorio dell’auto di servizio e uno sportello danneggiandolo a tal punto da comprometterne l’apertura.

Lo straniero, con numerosi precedenti di polizia, è stato pertanto tratto in arresto per resistenza e lesioni a P.U. e danneggiamento aggravato in attesa del rito direttissimo che si è svolto questa mattina, al termine del quale, a carico del ragazzo è stata applicata la misura dell’obbligo di dimora nel comune di residenza.

Scroll Up