Home > Ultima ora economia e lavoro > Rimini: 84 milioni di euro per le impese agricole e della pesca dell’Emilia Romagna

Rimini: 84 milioni di euro per le impese agricole e della pesca dell’Emilia Romagna

L’intera filiera dell’agroalimentare, nonostante gli inevitabili contraccolpi causati dal Covid-19 e le relative restrizioni per il contenimento della pandemia, non si è mai fermata, svolgendo un ruolo fondamentale in questi momenti drammatici per l’economia italiana. A sostegno di tutto il comparto si sono rese necessarie delle misure straordinarie volte a garantire liquidità attraverso la decontribuzione previdenziale e assistenziale (425 mln di euro), il fondo zootecnia (90 mln), il fondo ristorazione (600 mln) o rifinanziando il Fondo per gli indigenti per acquisti di prodotti dell’agroalimentare made in Italy. A ciò si sommano gli interventi normativi dedicati ad incentivare i finanziamenti per le imprese agricole e della pesca sia attraverso Ismea, l’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare del Mipaaf, sia attraverso l’attivazione dell’accesso diretto al Fondo di garanzia di Mediocredito centrale che, sommati, superano 1,7 miliardi di euro di impieghi garantiti”. Spiega il senatore del MoVimento 5 Stelle Marco Croatti.

In Emilia-Romagna si registrano attualmente 83,8 milioni di euro di impieghi totali che collocano la regione al quarto posto in Italia – prosegue Croatti – frutto di 409 operazioni di cui il 96% relative a finanziamenti più strutturati, pari a 80,8 milioni di euro. Appena 3 milioni di euro per operazioni relative ai 30mila euro, segno che vi è necessità per le imprese di riprogrammare il futuro attraverso investimenti consistenti”. 

Questi finanziamenti a garanzia statale sono fondamentali anche per la nostra Provincia di Rimini che conta oltre 2.500 imprese agricole (di cui oltre 600 solo nel comune capoluogo) duramente colpite, come tutto l’indotto, dal crollo del turismo e dalla chiusura dei ristoranti. La filiera agroalimentare, che a Rimini conta anche oltre 200 imprese legate alla pesca, è importantissima ed è prioritario che il Governo continui a sostenerla”, conclude Croatti.

Scroll Up