Home > Ultima ora cronaca > Rimini, accusa l’amante di tradirlo con la moglie e lo aggredisce

Rimini, accusa l’amante di tradirlo con la moglie e lo aggredisce

Finisce a processo per stalking e lesioni nei confronti del suo amante. Alla sbarra è finito un 37enne riminese, sposato e padre di famiglia, che però per lungo tempo ha intrattenuto una relazione clandestina con un parrucchiere 49enne.

Tra i due le cose iniziarono a mettersi male quando il più giovane dei due, coniugato, ha iniziato ad avere con l’amante dapprima un atteggiamento aggressivo tale da sfociare in minacce di morte e pedinamenti. Il tutto alla metà del 2017.

Una escalation culminata con una vera e propria aggressione fisica, un pugno in pieno volto sferrato dal 37enne al parrucchiere, sotto casa. Di qui la denuncia e il successivo divieto di avvicinamento a carico del giovane e quindi il giudizio immediato richiesto dal pm e i dibattimenti.

Il motivo che ha portato il 37enne a perseguitare l’amante è una presunta ossessione: che il parrucchiere lo abbia tradito con sua moglie.

Intanto oggi in Tribunale si è verificato un autentico colpo di scena. Il legale dell’aggressore ha presentato un certificato medico che attestava l’impossibilità a presentarsi al Palazzo di giustizia del suo assistito, vittima di una malattia psichiatrica. Il 28 aprile ci sarà la prossima udienza, in occasione della quale potrebbe essere nominato un perito in grado di verificare la capacità del 37enne di intendere e di volere.

 

Scroll Up