Home > Ultima ora welfare > Rimini, Acli apre sportello per accedere all’Emporio Solidale e fare la spesa

Rimini, Acli apre sportello per accedere all’Emporio Solidale e fare la spesa

La pandemia in corso, e la conseguente crisi economica, anche sul nostro territorio hanno causato tante difficoltà a famiglie e singoli, specialmente a quelli che si trovavano già in situazioni di precarietà lavorativa.

Per aiutare concretamente le persone che non hanno la possibilità di fare la spesa e reperire i generi di prima necessità, dal 2016 esiste a Rimini l’Emporio solidale, a cui si può accedere tramite vari sportelli, tra cui quello istituito alle Acli di Rimini.

«In questo anno di pandemia e lockdown non abbiamo mai chiuso il nostro sportello e abbiamo ricevuto due, tre richieste al giorno – dice Maria Teresa Vasconi, la volontaria delle Acli provinciali che cura questo servizio –. Dall’incontro fisico nella sede delle Acli ci siamo spostati on line. Ora gli interessati possono contattarmi per telefono e mi faccio inviare i documenti necessari (Isee, in primis) tramite whatsapp».

Una volta verificato che il richiedente abbia i requisiti previsti, la volontaria delle Acli passa i contatti ai referenti dell’Emporio che poi faranno una tessera e accompagneranno la persona tra gli scaffali per fare la spesa, che sarà commisurata alle esigenze e alle caratteristiche del nucleo famigliare.

All’Emporio Solidale si trovano generi alimentari, prodotti per la pulizia personale e della casa, quaderni e articoli per la scuola, giocattoli per bambini e altro, a seconda anche delle donazioni delle aziende.

«Dall’inizio della pandemia, al nostro sportello si sono rivolte soprattutto famiglie provenienti dall’Europa dell’Est – prosegue Maria Teresa Vasconi –. Si tratta principalmente di giovani mamme che negli anni precedenti facevano la stagione nelle attività turistiche e che nella scorsa estate si sono trovate senza lavoro e senza reddito. Quando scoprono l’esistenza dell’Emporio (soprattutto grazie al passaparola) sono sempre molto contente e dopo esserci andate ci telefonano per ringraziare del nostro servizio».

Pochi invece gli italiani che si rivolgono allo sportello delle Acli, svela Vasconi, «si vergognano della loro situazione e fanno fatica a chiedere aiuto. Recentemente però mi hanno chiamato alcuni anziani riminesi in difficoltà economica, che non avevano i soldi per fare la spesa».

Info: segreteria Acli Rimini, tel. 0541 784193.

Ultimi Articoli

Scroll Up