Home > Ultima ora cronaca > Rimini al setaccio della Polizia: presi latitanti, prostitute, irregolari

Rimini al setaccio della Polizia: presi latitanti, prostitute, irregolari

A Rimini proseguono i controlli da parte del personale delle Volanti, unitamente alle unità cinofili della Polizia di Stato, presso la stazione ferroviaria, nonché presso Borgo Marina al fine di prevenire e a contrastare fenomeni di degrado urbano, reati contro la persona ed il patrimonio, nonché lo spaccio di sostanze stupefacenti e verificare l’osservanza da parte di cittadini stranieri del rispetto della vigente normativa inerente l’ingresso e la permanenza sul territorio nazionale.

Gli equipaggi delle Volanti hanno effettuato controlli presso alcune strutture ricettive del capoluogo, durante i quali, oltre a identificare oltre 100, diverse delle quali sono risultate avere precedenti di Polizia (e per i quali sono stati predisposti i fogli di via), gli agenti hanno individuato un cittadino albanese 28enne, risultato irregolare sul territorio: accompagnato in Questura, lo straniero è stato denunciato e posto a disposizione dell’Ufficio di Immigrazione che ha subito attivato le procedure per l’espulsione dal territorio nazionale: lo straniero è stato infatti accompagnato presso il Centro di permanenza per il rimpatrio di Brindisi, per essere successivamente rimpatriato.

Sul versante del contrasto ai reati predatori, invece, durante un posto di controllo, appositamente allestito al fine di “verificare” il flusso veicolare lungo le principali vie di transito da e per Rimini, i poliziotti hanno intercettato e identificato un cittadino nato a San Marino, 47enne, sul quale pendeva un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano, immediatamente notificato dagli agenti sul territorio.

E sempre nell’ambito del controllo del territorio, gli agenti delle Volanti hanno identificato un uomo riminese del 1973 nei confronti del quale l’Ufficio di Sorveglianza di Bologna aveva sospeso l’affidamento in prova e disposto l’accompagnamento presso l’istituto penitenziario: l’uomo, successivamente all’affidamento in prova, non solo non aveva seguito le prescrizioni di seguire un progetto terapeutico per disintossicazione dall’abuso di alcool e il divieto di assumere bevande alcoliche, ma è stato colto in stato di palese ubriachezza in diverse occasioni in cui aveva anche tenuto una condotta molesta. Gli agenti dopo gli accertamenti del caso hanno eseguito la misura nei confronti dell’uomo, associandolo presso la locale casa circondariale.

Nella tardo pomeriggio di ieri, invece i controlli delle Volanti hanno permesso di rintracciare sul territorio altri due stranieri irregolari sul territorio, un tunisino e un marocchino, per i quali è stata disposta l’espulsione dal territorio.
Nella tarda serata invece sono state rintracciate tre cittadine rumene, di 38, 34 e 32 anni, dedite alla prostituzione, che sono state denunciate perché inosservanti all’ordinanza sindacale antiprostituzione.

Si è conclusa pure all’alba di questa mattina la seconda fase dell’operazione “wanted”, operazione volta alla ricerca di latitanti sul territorio: il nucleo specializzato nella ricerca dei ricercati costituito in seno alla Squadra Mobile ha infatti individuato e arrestato complessivamente 6 persone che dovevano scontare anni di carcere prevalentemente per reati contro il patrimonio, come il cittadino romeno arrestato a Londra con la collaborazione della polizia inglese: l’uomo doveva infatti scontare tre anni e sei mesi di reclusione per alcuni furti commessi proprio in provincia di Rimini.

Scroll Up