Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Rimini, al via il “Festival del Mondo Antico”. Il programma del primo giorno

Rimini, al via il “Festival del Mondo Antico”. Il programma del primo giorno

Prende avvio venerdì 11 ottobre la XXI edizione di Antico/Presente Festival del Mondo Antico, la rassegna di conferenze, incontri e spettacoli ideata nel 1999 da Marcello Di Bella.

L’edizione 2019 dal titolo IL GENIO DEL FARE. Mestieri e talenti si propone di trattare lungo tre giornate un argomento attuale e scottante quale quello del lavoro affrontandolo attraverso le epoche e da molteplici punti di vista, con un’attenzione alla dimensione sociale e creativa, ai mestieri “antichi” e in particolare al lavoro nell’ambito dei beni culturali.

A testimonianza dell’impegno da sempre profuso dai Musei di Rimini per coltivare l’educazione al patrimonio nelle giovani generazioni, la giornata di apertura riserverà spazio ai ragazzi delle scuole: nella mattinata vengono proposte attività esperienziali; nel pomeriggio la Sala del Giudizio del Museo della Città accoglierà dalle ore 16.30 i protagonisti del progetto di alternanza Scuola/Lavoro “RIMINI. Notizie dal Rinascimento. Sigismondo Pandolfo Malatesta e la cultura della modernità ” fra i vincitori dell’VIII edizione del concorso “Io Amo i Beni Culturali” della Regione Emilia-Romagna. I ragazzi presenteranno il video-racconto frutto di questa esperienza condotta in partneriato dal Liceo “Cesare-Valgimigli” e dai Musei di Rimini con il coinvolgimento della Scuola secondaria di 1° “A. Marvelli”, dell’Ente Diocesi e di Icaro Communication.

A seguire un’altra giovane “promessa” riminese, Anna Zanotti Metalli, condividerà con il pubblico pagine del suo racconto “Il ponte e l’arco”, vincitore del premio Malerba sez. giovani.

L’apertura ufficiale dell’edizione 2019 del Festival è siglata dalla lectio magistralis sul tema Vecchio e nuovo populismo (ore 18.00 nella Sala del Giudizio) affidata a Tito Boeri già Presidente dell’Inps, senior economist all’Ocse per dieci anni, poi consulente del Fondo monetario internazionale, della Banca mondiale e della Commissione europea, nonché docente di Economia del Lavoro all’Università Bocconi.

Il Festival offre la cornice per un’anticipazione delle tante iniziative che Rimini dedicherà a Federico Fellini nel 2020, anniversario del centenario dalla nascita del grande regista. Il primo appuntamento è venerdì alle ore 21, al cinema Fulgor, per la proiezione del Satyricon di Federico Fellini. La pellicola è uno sforzo eccezionale di tradurre in immagini potenti qualcosa di misterioso e di ignoto: si può parlare di un lungo sogno pieno di avventure e di episodi diseguali per qualità e gusto, ma non si può negare che una scoperta originalissima del mondo antico è avvenuta al di fuori di banalità e luoghi comuni. Ci sono mostri e brividi e la dimensione della morte è continuamente presente: forse, anzi, è questo il tema che unisce i vari episodi del film. Valerio Massimo Manfredi introdurrà la proiezione di questo viaggio nella “Dolce vita” della tarda romanità, offrendone una lettura inedita e attuale.

La manifestazione è organizzata dal Comune di Rimini – Assessorato alla Cultura – Musei Comunali con l’Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna e con la Società editrice “Il Mulino”, e si avvale della collaborazione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini, dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Rimini, della Biblioteca Civica Gambalunga e della Cineteca Comunale.

 Per info: http://antico.comune.rimini.it/

Scroll Up