Home > Ultima ora economia > Rimini: all’asta due società riminesi specializzate nella produzione di energia

Rimini: all’asta due società riminesi specializzate nella produzione di energia

Due società specializzate nel mercato dell’energia sono all’asta sul portale Vendite Giudiziarie, facente parte del network IT Auction. La vendita riguarda la totalità delle quote di due società riminesi – Spiga Srl e Felicetta Energia Srl – entrambe di proprietà di una società finita in una procedura concordataria, decisa dal Tribunale di Forlì, nel 2013.

 

L’oggetto sociale di Spiga Srl e Felicetta Srl è la produzione, la vendita e la distribuzione di energia pulita, ottenuta in particolare attraverso l’installazione e la progettazione di pannelli solari. Un mercato in forte espansione e molto florido che probabilmente sarà decisivo per la sostenibilità ecologica del futuro. Ecco perché l’investimento di 375mila euro (questa la base d’asta fissata) potrebbe essere un buon investimento per imprenditori del settore o anche per chi desideri entrarvi.

 

La fase prima dell’asta on line

La data dell’asta sincrona on line è fissata per il 7 marzo. Entro il 6 marzo, alle 13, chi avesse intenzione di partecipare alla vendita dovrà inviare all’indirizzo Pec del Ministero offertapvp.dgsia@giustiziacert.it la propria offerta. Per tutti i dettagli è possibile leggere l’avviso di vendita, compilato dal curatore, sul sito www.venditegiudiziarieitalia.it (lotto 3740).

 

Tra i requisiti fondamentali c’è la necessità di essere in possesso di una casella Pec con firma digitale e quella di versare una cauzione al numero di conto corrente bancario indicato nell’avviso di vendita. Cauzione che deve essere pari al 10 per cento dell’offerta presentata.

Come si svolge l’asta sincrona

Il 7 marzo, giorno dell’asta, il notaio controllerà che tutti i requisiti siano soddisfatti. In caso ci sia un’unica offerta valida, questa sarà considerata come quella vincitrice. Nel caso di due o più partecipanti si aprirà invece l’asta sincrona sul portale Vendite Giudiziarie Italia. Sarà inviato un avviso agli offerenti che saranno contestualmente abilitati sul portale. L’offerta più alta tra quelle pervenute costituirà la base d’asta.

 

Dalle 16 in poi si aprirà la gara online che avrà una durata di sessanta secondi, salvo la presentazione di ulteriori rilanci il cui importo minimo dovrà essere di cinquemila euro. Per garantire la massima competitività le aste sono soggette alla regola del time extension: ciò significa che ad ogni rilancio il tempo di chiusura dell’asta si allunga ulteriormente di sessanta secondi.

Scroll Up