Home > Cultura e Spettacoli > Rimini, Amarcort Film Festival premia Nicola Piovani “Un Felliniano nel mondo”

Rimini, Amarcort Film Festival premia Nicola Piovani “Un Felliniano nel mondo”

Due grandi maestri, uniti nel segno dell’arte al genio di Federico Fellini. Nella cornice di un Teatro degli Atti da tutto esaurito, Rimini ha dato il benvenuto a Nicola Piovani e Milo Manara, protagonisti della serata di giovedì 24 novembre dal titolo “Fellini Talk”, organizzata nell’ambito di Amarcort Film Festival in collaborazione con il Comune di Rimini, la Cineteca comunale e il Fellini Museum, accompagnata dalla consegna del premio “Un Felliniano nel mondo”. Al compositore è stata assegnata l’edizione 2022 del prestigioso riconoscimento, riservato agli artisti che nella loro carriera hanno avuto la possibilità e la fortuna di collaborare con Fellini. Mentre Manara, già vincitore dell’edizione 2020, ha ricevuto fisicamente il premio.

Piovani ha raccontato alcuni aneddoti riguardanti la sua amicizia e la sua collaborazione professionale con Fellini, ricordando in particolar modo lo sguardo carico di stupore del regista riminese e la sua capacità di approcciarsi ad ogni cosa, anche la più semplice, con senso di meraviglia. Il musicista premio Oscar ha collaborato nelle ultime pellicole del Maestro riminese, come Ginger e Fred (1986) Intervista (1987), La voce della Luna (1990), testimonianze di un proficuo rapporto che andava anche oltre il lavoro, fuori dal set.

La serata è stata scandita dalla presentazione dei libri “Dizionario intimo” di Daniela Barbiani, e “Kundera e Fellini” di Stefano Godano, e arricchita dagli intermezzi musicali del Quartetto EoS e dai saluti di Francesca Fabbri Fellini, Simona Meriggi (direttrice artistica Amarcort Film Festival) e dell’assessore del Comune di Rimini Kristian Gianfreda. Oltre ai due autori, alla serata sono intervenuti anche Samuele Bersani, Massimo Rizzante e Rosita Copioli.

Proseguono nel frattempo gli appuntamenti della 15esima edizione di Amarcort Film Festival, il concorso internazionale di cortometraggi, con le sue 11 sezioni, suddivise per genere, durata, provenienza e quest’anno anche per tema; appuntamento che si conferma come uno dei più seguiti dagli autori di tutto il mondo, con 200 film selezionati da 70 Paesi su un totale di oltre 1.400 cortometraggi iscritti. Dall’altra, il Festival vero e proprio che lo accompagna con un calendario denso di eventi.

Il programma di sabato 26 novembre e domenica 27 novembre

La giornata di sabato 26 novembre comincerà alle 8.30 alla Cineteca di Rimini con le proiezioni di corti sul tema dei pericoli della rete per scuole secondarie di secondo grado, mentre alle 10 sempre alla Cineteca sarà la volta della proiezione dei finalisti della sezione Amarcort (fiction). In contemporanea al Museo della Città si svolgerà la Masterclass per la Scuola di Cinema “Entr’Arte” di Firenze tenuta dal regista Luca Elmi sulla trilogia di cortometraggi noir: “I giorni del Commissario Lorenzi”. Alle 14.30 è in programma un laboratorio di animazione per bambini (numero chiuso, max 25) a cura di Giorgia Ubaldi, mentre alle 15 al Teatro degli Atti si terrà “Volontariato… ognuno a suo modo” a cura di VolontaRomangna – Centro di servizio per il volontariato della Romagna. A seguire, alle 16, la proiezione finalisti delle sezioni Gradisca (cortissimi) e Be A Parent (rapporto genitori-figli). La Cineteca di Rimini ospiterà invece la proiezione del film “I mille cancelli di Filippo” di Adamo Antonacci. Seguirà incontro con l’autore e il protagonista. Alle 19 si torna al Teatro degli Atti con l’aperitivo “GOLD”.

Alle 20.00 riflettori accesi sul Teatro degli Atti con un appuntamento tutto dedicato alla “Magia dei Peanuts” e un omaggio al loro autore, Charles M. Schulz, nel giorno del centenario della sua nascita. In programma il concerto di Davide Tura Trio con repertorio di colonne sonore cinematografiche, un talk a cura di Federico Fiecconi, storico e critico del cartoon che ha più volte incontrato e intervistato Schulz, contributi video dell’incontro Fellini-Schulz a cura di Vincenzo Mollica, saluto di Jeannie Schulz, vedova dell’artista e presidente del Charles M. Schulz Museum di Santa Rosa, California, spettacolo di magia con il mago riminese Sebastiano Visini, in arte Sbard.

Amarcort Film Festival si chiuderà nella giornata di domenica 27 novembre. Alle 10.00 è in programma un Tour Felliniano e la visita al Museo Fellini (sconto 50% sul biglietto solo per Amarcort Film Festival). Alle 15.00 alla Cineteca di Rimini proiezione dei finalisti della Fulgor (corti emiliano-romagnoli), mentre alle 15.30 al Museo della Città si terrà una sessione di domande e risposte con gli autori finalisti. Alle 16.00 al Teatro degli Atti spazio al concerto “La Musica dei 2000” con la Einstein Youth OrcheStar.

Gran finale alle 20.00 al Teatro degli Atti con la cerimonia di premiazione e il party conclusivo.

Il programma completo di Amarcort Film Festival è disponibile su:

https://www.amarcort.it/

Ultimi Articoli

Scroll Up