Home > Cronaca > Rimini, anziana muore dopo vaccino. Esposto in Procura del figlio

Rimini, anziana muore dopo vaccino. Esposto in Procura del figlio

Il figlio di una donna di 82 anni deceduta lo scorso 15 gennaio ha presentato un esposto alla Procura della repubblica di Rimini: la donna è morta meno di tre ore dopo la somministrazione del vaccino Pfizer.

Secondo quanto riportano i quotidiani riminesi, l’83enne, sofferente anche di altre patologie gravi, aveva contratto il Covid, risultando positiva il primo dicembre, con sintomi lievi ed era guarita: ventuno giorni dopo era uscita dall’isolamento senza essere sottoposta a tampone molecolare.

A gennaio, il 15, è stata vaccinata e dopo tre ore è deceduta per cause che i medici – secondo l’esposto presentato dall’avvocato Luca Greco che rappresenta il figlio – non possono escludere né confermare che abbiano un legame con l’immunizzazione. I familiari chiedono anche di chiarire come mai all’anziana sia stato somministrato il vaccino nonostante il poco tempo passato rispetto all’infezione alla luce – premessa molto importante – di una circolare che di fatto imponeva – ma dal 3 marzo – di somministrare il vaccino ai guariti in un intervallo di tempo di almeno 3 mesi e preferibilmente entro 6 mesi.

L’avvocato del figlio 47enne della donna ha specificato che “non si tratta di dubitare del vaccino ma di verificare la condotta corretta nella procedura di somministrazione ai pazienti guariti per quel che riguarda i tempi“.

Ultimi Articoli

Scroll Up