Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Rimini, archiviata la Molo Street Parade, e le novità pesano (FOTO)

Rimini, archiviata la Molo Street Parade, e le novità pesano (FOTO)

E anche l’ottava edizione della Molo Street Parade è andata in archivio. La prima a pagamento, la prima senza grandi nomi del panorama musicale nostrano, la prima con ingressi limitati, la prima – aggiungiamoci anche questo – con uno spettacolo pirotecnico – di Scarpato- a fare da scenografia prima della mezzanotte.

Spiagge e lungomare blindato, con più di 200 vigilantes a sorvegliare gli ingressi oltre alle Forze dell’ordine, in particolare Polizia e Carabinieri già dal primo pomeriggio. Alle ore 15 la circolazione delle biciclette era stata interdetta dalla zona adiacente al bagno 12 fino al porto canale suscitando non pochi malumori, in particolare quelli dei bagnanti che volevano raggiungere in sella i vari stabilimenti balneari. Addirittura il sindaco Gnassi è stato costretto a ingaggiare una discussione con una signora che proprio non ne voleva sapere di scendere dal mezzo e andare a piedi. “Sono normali disposizioni della Questura in occasione dei grandi eventi, non le ho bloccate io le bici che per altro come vede sono a piedi”.

Ma tornando alla serata vera e propria, forse – fuochi a parte- le novità hanno pesato e non poco. Il colpo d’occhio non è mancato ma il differenziale con gli anni scorsi è notevole. File scarse agli ingressi e a bar allestiti intorno al Molo e tutta un’altra musica rispetto al passato con house e techno a dominare il sound nelle casse e biglietti disponibili e in vendita ben oltre le 21.30.

In tanti hanno invece preferito rimanere fuori dalla zona “a pagamento” sul lungomare dove erano stati allestiti vari punti street food.

Scroll Up