Home > Sport > Rimini, ecco “BeaChallenge”, divertimento, wellness e sport sulle spiagge

Rimini, ecco “BeaChallenge”, divertimento, wellness e sport sulle spiagge

Un circuito atletico da completare affrontando cinque stazioni lungo l’arenile dal bagno 57 al 62 di Marina Centro di Rimini. Una giornata di sport in allegria, senza agonismo ma con tanta voglia di divertirsi, per giovani, giovanissimi ma anche adulti. Eccola – questa si – la sfida lanciata dagli organizzatori di BeaChallenge, in programma sabato 25 maggio sulle spiagge della capitale della Riviera Romagnola dalle ore 14. Una sfida, come detto, perchè l’iniziativa è opera di alcuni studenti del corso in Laurea Magistrale in Wellness Culture: Sport, Health and Tourism dell’Università di Bologna , campus di Rimini e vede l’importante collaborazione di Spiagge Srl e Radio Bakery come media partner. Come spiegato dal Prof. Roberto Farnè, coordinatore del Corso di Laurea, “In Italia non capita spesso di assistere a un superamento degli universitari di quella concezione che li vede troppo legati al binomio “studio-esami”. Grazie ai ragazzi che hanno organizzato questo evento  l’Università entra per davvero nel territorio nel segno di un ambito, quello del Wellness e dello sport su cui la città di Rimini sta puntando molto”.

BeaChallenge è stata presentata oggi in conferenza stampa in una delle aule del complesso “Navigare Necesse” che non a caso è anche una delle sedi del Campus di Rimini targato Unibo. Presenti Farnè e uno degli studenti organizzatori, Luca Vittori, assieme a Laura Piscaglia, presidente di “Le Spiagge Srl” e Cristian D’Emilio di Radio Bakery.

Ma che cos’è BeaChallenge? Gioco, sport, divertimento senza agonismo si diceva sopra. Largo ad esempio alla “carriola umana” ma anche a una speciale caccia al tesoro con gli oggetti da scovare sotto la sabbia. E tante altre attività fisiche con cui cimentarsi tra una stazione e l’altra. Per iscriversi basta cliccare sul pagina ospitata dal portale di Spiagge Rimini www.lespiaggerimini.it/BeaChallenge, ma c’è una premessa.“Ci si potrà iscrivere fino all’ultimo anche in loco – spiega Luca Vittori – ed è ovvio che l’iniziativa, visto lo spirito è pensata per i più giovani. Potranno esserci anche i minorenni, sarà sufficienti a firma su una liberatoria”.

Nei circuiti previste anche tante staffette, e vecchi giochi tradizionali “di una volta” rivisitati in chiave spiaggia, nonhè prove di abilità per una lunghezza massima di ben 800 metri di percorso. A intrattenere i partecipanti, ma anche il pubblico, i deejay di Radio Bakery.

Scroll Up