Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Rimini, Biblioterapia: sabato il reading “Questa è l’acqua. Raccontalo ai pesci”

Rimini, Biblioterapia: sabato il reading “Questa è l’acqua. Raccontalo ai pesci”

Sabato 17 novembre appuntamento con il consueto reading ideato per la Biblioterapia, per mappare ogni anno un’ideale biblioteca sui temi della rassegna. Questa è l’acqua. Raccontalo ai pesci è il titolo per questa edizione (Auditorium Istituto G. Lettimi, ore 17), e tra riflessioni, letture ad alta voce, musica dal vivo e tessitura di immagini affronta il dedalo, seminale, della narrazione.

Il titolo rinvia al discorso che lo scrittore David Foster Wallace nel 2005 fece ai giovani laureati del Kenyon College: «Ci sono due giovani pesci che nuotano uno vicino all’altro e incontrano un pesce più anziano che, nuotando in direzione opposta, fa loro un cenno di saluto e poi dice “Buongiorno ragazzi. Com’è l’acqua?” I due giovani pesci continuano a nuotare per un po’, e poi uno dei due guarda l’altro e gli chiede “ma cosa diavolo è l’acqua?».

Così noi: a mollo in una corrente di narrazioni che non sappiamo riconoscere. Un ambiente fatto di storie. Le storie, infatti, sono per l’uomo quello che l’acqua è per i pesci – scrive Jonathan Gottschall in “L’istinto di narrare”. Per Gottschall “passiamo più tempo immersi in un universo di finzione che nel mondo reale. “L’isola che non c’è” è la nostra vera nicchia ecologica, il nostro habitat. Nessun altro animale dipende dalla narrazione quanto l’essere umano, lo “storytelling animal”.

Di questa acqua chiederemo a Cees Nooteboom, Boris Pahor, Antonella Anedda, Juan Rulfo, Amos Oz, Peter Bichsel, Jorge Luis Borges, Italo Calvino, Cormac Mc Carthy. Per poi riprendere a nuotare, speriamo un po’ più consapevoli di quello che ci sostiene e ci fa respirare, e con qualche domanda in più.

La drammaturgia è a cura di Lorella Barlaam, con letture dell’Associazione Mala Testa, il pianoforte di Valentina Baroni e visual di Maurizio Giuseppucci.

Ingresso libero, fino ad esaurimento posti.

Associazione culturale Mala Testa. Vi fanno parte Giorgia Bondi e Matteo Castellucci. L’Associazione si occupa di eventi culturali e spettacoli teatrali. Insieme hanno ideato ed allestito spettacoli dedicati a G. Pascoli, F. Fellini, E. A. Poe, W.Shakespeare e L. Pirandello. Hanno collaborato con il festival musicale “70s’ Flowers” di Pesaro, l’Accademia Pascoliana, il Centro San Domenico di Bologna, il festival “Tramonti” di Ancona, organizzato dal teatro stabile delle Marche, e quello Accento sulla Bellezza della Cassa di Risparmio di Forlì. L’ultimo spettacolo Siamo tutti in pericolo, tratto da testi di Pier Paolo Pasolini, ha ottenuto il riconoscimento da parte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali quale evento di rilevanza culturale. Dal 2006 collaborano alle iniziative culturali del Comune di Rimini e della Biblioteca Gambalunga.

Lorella Barlaam ha frequentato la facoltà di Lettere classiche a Bologna. Collabora con il Teatro Valdoca di Cesena, con la Biblioteca Gambalunga di Rimini per le varie edizioni della “Biblioterapia”. Con Guaraldi editore ha pubblicato In corpore vili. Anatomia di una lettrice (2010); quattro antologie minime (Giardini; Io, l’altro; Souvenir e Zoologica, 2014) e Il corpo pensante/La mente danzante (2015).

Valentina Baroni, avvocato di professione, pianista per vocazione. Ha un particolare amore per le avanguardie musicali parigine di fine Ottocento e per il legame indissolubile che unisce musica, cinema e letteratura.

Maurizio Giuseppucci ha frequentato la facoltà di lettere dell’Università di Urbino laureandosi con una tesi in storia dell’arte contemporanea sul rapporto tra poesia e pittura nell’opera di Pier Paolo Pasolini, e pubblicato un inedito di Pasolini sul quaderno “le dilettante” di Katia Migliori. Dopo una collaborazione con la galleria “il Polittico” di Arnaldo Romani Brizzi, partecipa a diverse collettive in Italia e all’estero. www.mauriziogiuseppucci.com/

Programma a seguire

  • Sabato 24 novembre, ore 17 – Sala del Giudizio. Franco Farinelli: La vita della terra: breve biografia cognitiva del nostro pianeta tra mito ed epistemologia
  • Sabato 1 dicembre, ore 17 – Sala del Giudizio. Nicola Gardini:  La mia biblioteca indispensabile
  • FILM – Cineteca comunale – ore 21 Ingresso libero: Voci narranti, 3 incontri di cinema e psicoanalisi (martedì 13, 20, 27 novembre) in collaborazione con Società psicoanalitica italiana (SPI)

Ultimi Articoli

Scroll Up